BASKET: LA VIS ICOS CONVINCE, strapazza Medolla 62 a 44, Menniti, 21 punti, sempre trascinatore

Daniele Mennitti (2013-2014)Icos Vis Ferrara Basket 2012 – Pall. Medolla 62-44
Vis: Bertazza 2, Benetti 4, Bolognesi 7, Bedetti 2, Caselli 13, Busacca 1, Gardenale 6, Mennitti 21, Merlo 3, Campi 3 All. Cesaretti
Medolla: Galeotti 2, Maini Alessio 14, Tralli 10, Giannetti 2, Ceretti, Spinelli 4, Barbieri 2, Aldrovandi 4, Maini Andrea 2, Marchesini 4. All. Ganzerli
Prestazione convincente da parte dell’Icos Vis Ferrara che ormai sembra essere completamente uscita dal tunnel della crisi delle scorse settimane, dove collezionò tre sconfitte consecutive. Contro un’avversaria di primo livello come Medolla, prima di stasera seconda in classifica, ferraresi che ne escono vincenti ma non senza qualche patema, così come a primo impatto potrebbe far pensare lo scarto del punteggio finale. Icos che parte malissimo, contratta, intimorita: Medolla ne approfitta subito per portarsi avanti già sul finire di primo quarto 13-20. Nei secondi 10 minuti c’è una prima reazione da parte della Vis, che con la coppia Bolognesi-Caselli riesce a ricucire lo svantaggio, arrivando a fine primo tempo con punteggio impattato sul 31 pari. Con partita ancora in fase di decollo per la Vis, ci pensa coach Cesaretti a scuotere i suoi negli spogliatoi, e ad inizio ripresa la svolta della partita. Terzo quarto monumentale per gli estensi, che con una difesa asfissiante al limite della perfezione concedono solo 2 punti (!) agli avversari e con un break di 16-2 arrivano all’inizio del quarto periodo sopra con ampio vantaggio 47-33. Nel quarto parziale è evidente lo sconforto tra le fila dei modenesi, che sentono terribilmente il colpo e lasciano andare la partita, con Mennitti ancora una volta super a mettere la parola fine e concedere ai compagni e agli avversari un extra-time utile solo per aggiustare i tabellini. Vis che già martedì prossimo (10 dicembre) sarà chiamata al turno infrasettimanale in trasferta a Castel Maggiore contro l’Happy Basket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *