BEATRICE AZZARI: il pattinaggio artistico a rotelle nel sangue

Diciassette anni, una passione e tanti sogni

“Quando pattino sfogo le emozioni, attraverso la musica e il mio stato d’animo”. Beatrice Azzari, classe 2004….ferrarese doc, ha il Pattinaggio Artistico a Rotelle nel sangue: nonostante la sua giovane età, in questa disciplina è già una campionessa. Una passione sbocciata molto presto. “All’età di cinque anni”, le sue parole, “quando mia mamma ha conosciuto la mia attuale Allenatrice – Cinzia Roana – ad un corso di danza: ho fatto una prova al pattinodromo, da allora non ho più smesso”. Un amore talmente forte capace di vincere anche un periodo di crisi. “A causa dei troppi allenamenti; inoltre ho sentito la mancanza di uscire con gli amici e fare le classiche cose da adolescenti. Nonostante ciò, ho trovato la forza di bilanciare tutto e adesso sono felice di andare in pista tutti i giorni”. Una carriera sportiva, la sua, già di assoluto prestigio. “Pattino da sempre a Ferrara”, incalza Beatrice Azzari, “per la Pattinatori Estensi, e per due anni mi sono allenata in contemporanea con una società di Rovigo, entrando a far parte di un sincronizzato – il Sincrolimpic – attualmente qualificatosi al Campionato Mondiale in Paraguay. Quest’anno ho preso parte al Campionato Italiano FISR, di Solo Dsnce in categoria junior, che si è svolto a Riccione all’interno degli Italian Roller Games….realizzando un mio piccolo sogno. Dal 2016 partecipo ai Campionati Italiani di Federazione nelle specialità Quartetto e Gruppo Spettacolo; dal 2017 sono Campionesa Regionale in carica di Quartetto e nel 2018 ho partecipato all’Artistic Skating World Cup, classificandomi terza sia con Gruppo che con Quartetto. Ho conquistato i titoli Regionali FISR nel 2017-2018-2019 a Riccione, nel 2020 a Calderara di Reno e nel 2021 a Forlì. I Campionati Italiani si sono svolti nel 2016 e nel 2019 a Firenze presso il Mandela Forum, nel 2017 a Reggio Emilia, nel 2018 e nel 2021 a Conegliano, nel 2020 non si sono svolti causa Covid. Nel 2021 (a Conegliano) siamo arrivate quinte con il Quartetto, non riuscendo a partecipare al Campionato Europeo per un soffio”. Non solo sport. “Frequento il Liceo Artistico Dosso Dossi dove devo iniziare il quarto anno. Sono molto testarda, creativa e spumeggiante. Non ho una via di mezzo, o tutto o niente. Adoro leggere, guardare le serie TV e i film, uscire con gli amici. Ho una passione per la storia dell’arte, storia e letteratura, adoro visitare musei e mostre; vado spesso a studiare in biblioteca ariostea, è uno dei miei ambienti preferiti: arte e cultura insieme”. Uno sguardo rivolto al futuro. “Vorrei riuscire a qualificarmi per un Campionato Internazionale in Solo Dsnce e agli Europei in Quartetto. Per quanto riguarda l’Università sono ancora indecisa (la certezza è che mi piace molto studiare)”. E la conclusione rispecchia tutta la grandezza di Beatrice Azzari. “Quando vado in gara non mi pongo un obiettivo di posizione, ma voglio fare il massimo di quello che riesco e ciò non corrisponde ad una posizione. Se ho fatto tutto nelle mie possibilità, posso arrivare ultima, ma sono comunque contenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.