BENEVENTO-SPAL: 2-0, play-out inevitabili

Un calcio di rigore, dopo 8′, concesso per un istintivo ed ingenuo tocco con un braccio di Castiglia e trasformato da Pintori, ha spianato la strada verso il successo al Benevento, al cospetto di una Spal incapace di reagire e che non ha mai chiamato in causa il portiere avversario. Al 44’st, raddoppio campano con il gol dell’ex Giacomo Cipriani che, di testa ha ribadito in rete un pallone respinto da Capecchi, dopo un conclusione ravvicinata di Cia. Nelle file biancoazzurre meritevoli di menzione sole le prove di Pambianchi e Agnelli, ammonito e quindi squalificato. Prestazione preoccupante per l’incapacità di costruire azione pericolose, sopprattuto in vista degli ormai inevitabili play-out. Solo un miracolo potrebbe infatti assicurare alla Spal la salvezza diretta. La squadra di Vecchi dovrebbe far bottino pieno nelle gare interne di mercoledì e domenica, con Pro Vercelli e Avellino, quindi vincere il 6 maggio a Foligno. Contemporaneamente confidare nei passi falsi di Monza e Como, squadre che precedono la Spal, di 3 e 7 punti. Servirebbe veramente una serie di concomitanze favorevoli allo stato attuale delle cose impensabile.

Un pensiero su “BENEVENTO-SPAL: 2-0, play-out inevitabili

Rispondi a frares Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *