Berco: partono i licenziamenti

berco-facciata2

Sono partite oggi, intorno alle 15, via Fax, le comunicazioni ufficiali con cui i nuovi vertici della Berco avviano ufficialmente le procedure di messa in mobilità – in sostanza, licenziamenti – per 611 dipendenti e si apprestano a chiudere lo stabilimento (84 dipendenti) di Busaro Canavese in provincia di Torino.

Le comunicazioni di apertura delle procedure di mobilità vanno inviate ai sindacati del territorio, alle RSU, e alle dirigenze di stabilimento: “Alla Fiom – spiega Mario Nardini, che di quel sindacato è il segretario provinciale – la comunicazione è arrivata alle 15 29. Per questo abbiamo deciso di non partecipare all’incontro a cui ci aveva convocato, proprio oggi pomeriggio, l’amministratrice delegata dell’azienda Lucia Morselli: evidentemente, l’obiettivo della Morselli era metterci di fronte al fatto compiuto, una specie di imboscata”.

Nardini non risparmia critiche al modo di procedere dei nuovi vertici Berco e annuncia: stiamo organizzando una serie di assemblee di stabilimento per domani, in concomitanza con scioperi di due ore durante i diversi turni di lavoro. Intanto, dalle segreterie nazionali dei sindacati è partita una richiesta al ministero per la convocazioni urgente di un tavolo di confronto, che affronti tempestivamente una situazione sempre più difficile.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *