La salma di Denis Bergamini sarà riesumata dopo 28 anni

Donato Bergamini

La riesumazione di Denis Bergamini avverrà il prossimo 10 luglio, alle 17,30, nel cimitero di Boccaleone, una frazione di Argenta.

Lo ha disposto ieri il gip di Castrovillari, dopo un animato e piuttosto lungo incidente probatorio. Il giudice Teresa Reggio dunque dopo 28 anni dalla morte del calciatore ferrarese di fatto dà un’ acellerazione alle nuove indagini che dovranno appurare le vere cause della morte di Denis.

Il gip di fatto ha accolto le richieste del pm Eugenio Facciolla che da tempo ha riaperto il caso del calciatore ferrarese che giocava nel Cosenza.

Cinque i periti nominai dal Tribunale di Castrovillari, oltre ai due della famiglia Bergamini, assistiti dal legale Fabio Anselmo. Si aggiungono poi altri due periti nominati dalla stessa ex fidanzata di Bergamini, Isabella Internò. La donna, con il camionista, Raffaele Pisano, che disse di aver visto gettarsi sotto il suo camion lo stesso calciatore, era il 19 novembre del 1989, sulla statale Ionica per Roseto Capo Spulico, sono iscritti nel registro degli indagati. Ventotto anni fa i magistrati dissero che Denis Bergamini si era suicidato gettandosi sotto un camion.

Oggi invece la procura di Castrovillari ha riaperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio aggravato premeditato e in concorso con l’autista del camion. La riesumazione verrà effettuata per capire come morì Denis e per questo verrà effettuata anche una tac del cadavere. Alla riesumazione e a tutti gli accertamenti dei periti parteciperà anche un un pool di uomini del Ris che effettuerà l’esame del Dna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *