‘Bike Night’: al via la notturna ciclistica da Ferrara al mare

La settima edizione del tour delle Bike Night ritorna dopo la sosta forzata nel 2020 a causa della pandemia, scegliendo di partire come sempre da Ferrara, domani sabato 26 giugno, con i 100km da mezzanotte all’alba fino al mare, e proseguendo a Milano e Udine in luglio. Dopo l’annullamento nel 2020 a causa del Coronavirus, Bike Night riparte proprio dalla città dove tutto è iniziato, Ferrara: la bici vuole essere uno dei simboli della ripartenza.

L’emergenza della pandemia tuttora in corso ha costretto l’organizzazione a rivedere gli allestimenti, che saranno essenziali per garantire distanziamento e il rispetto delle norme anti-Covid. L’attes inizierà in piazza Trento e Trieste, nel cuore di Ferrara, sabato 26 giugno alle ore 21.00, con lo stand segreteria per le nuove registrazioni e il ritiro pacco-iscrizione. Ogni iscritto dovrà consegnare l’autocertificazione Covid-19 firmata e sarà sottoposto alla misurazione della temperatura. Inizierà poi l’attesa del via, fissato come sempre a mezzanotte del sabato.

Confermato il percorso da Ferrara al mare: si parte a mezzanotte nel centro storico in piazza Trento e Trieste, passando davanti al Castello Estense e lungo Corso Giovecca, per poi dirigersi verso la ciclovia Destra Po. Previsti tre ristori: a Ro, Serravalle e a Santa Giustina. Arrivo all’alba sul mare, al Bagno Ristoro a Lido di Volano, con docce e colazione. Nella tappa ferrarese si vede ogni tipo di mezzo a due ruote senza motore: bici da città, da corsa, gravel, mtb, tandem, e-bike, risciò, footbike, bici reclinabili, ovomobili. Partecipano anche persone con disabilità visiva o motoria.

Sarà sempre garantita assistenza medica e meccanica ai partecipanti. La Bike Night Emilia-Romagna è ormai diventata l’evento in bici non competitivo che coinvolge più partecipanti in regione. Il progetto ideato, organizzato e prodotto da Witoor, è una vera e propria ‘festa della bici’, grazie al percorso su pista ciclabile e a una formula, 100km con partenza a mezzanotte e arrivo all’alba, che regala un’esperienza unica a ogni tipo di ciclista. Un evento ormai diventato un “classico” in città e in regione, che ha infiammato la passione per la bici: in sole tre settimane di apertura iscrizioni, ritardata a causa dei divieti per la pandemia, si sono iscritti quasi 1000 persone.

Bike Night per la provincia di Ferrara è una vera e propria tradizione, una festa annuale che richiama allenati e chi invece vuole tentare “la sfida della vita” sui 100km di notte. E la risposta del territorio è come sempre unica: senza il sostegno e la collaborazione dei partner e dei volontari Bike Night Emilia-Romagna non sarebbe possibile. Alla partenza i volontari di Witoor Sport e UISP Ferrara gestiranno le operazioni di misura temperatura e disposizione nelle griglie di partenza per garantire il distanziamento.

Il primo ristoro a Ro sarà gestito da UISP Ferrara e i volontari della Protezione Civile di Riva del Po, quest’ultimi presenti anche a Serravalle, al secondo ristoro alla Fabbrica dell’Acqua, per garantire il rispetto del percorso ‘obbligato’ dei ristori che saranno rigorosamente monoporzione. Il terzo ristoro sarà all’Osteria del Delta a Santa Giustina, infine l’arrivo a Lido di Volano è confermato al Bagno Ristoro. Sempre nel rispetto delle norme Covid: i partecipanti saranno invitati a consumare la colazione in spiaggia, accessibile gratuitamente (insieme alle docce) fino alle 8.30 di domenica 27. I pullman di rientro viaggeranno al 50% della capienza, e saranno ben tre per turno.

Determinante il sostegno delle imprese del territorio anche per i ristori: Confagricultura conferma il suo supporto a Bike Night e anche quest’anno offrirà prodotti del territorio (frutta e non solo), mentre i rifornimenti saranno garantiti anche grazie al contributo di Despar Ferrara. Il tour delle Bike Night riparte proprio da dove sono nate, a Ferrara: «Per Witoor è come una rinascita, dopo un’intera annata senza eventi – spiega Simone Dovigo, presidente Witoor – e anche nel 2021 le incertezze da affrontare sono tante, ma quest’anno non volevamo mancare e abbiamo voluto in tutti modi proporre almeno tre date del tour, soprattutto la storica data in Emilia-Romagna, che ogni anno raduna un migliaio di ciclisti di tutti i tipi: agonisti, meno allenati, famiglie, singoli e coppie».

Significativa la presenza femminile, con oltre il 25%, superiore alla media per eventi di questo tipo. «È anche grazie alla Bike Night che si promuove il territorio ferrarese offrendo un’esperienza unica da ricordare e raccontare agli altri». «L’attenzione alla sicurezza e alle norme anti-Covid, grazie alla preziosa consulenza dello Studio Sigfrida, sarà massima – prosegue Dovigo -, a costo di sacrificare gli eventi collaterali che caratterizzano il villaggio partenza, ma gli effetti speciali delle Bike Night Witoor sono sempre stati i partecipanti stessi e l’intreccio delle loro storie, e quest’anno ancora di più ci concentreremo sulle loro emozioni e le sorprese di una notte in viaggio in bici».

A testimoniare il valore fortemente simbolico della ripartenza del movimento ciclistico non soltanto competitivo, sarà ospite alla partenza a Ferrara Davide Cassani, ct della Nazionale di Ciclismo e presidente APT Servizi Emilia-Romagna. Cassani porterà il suo saluto ai partecipanti e darà il via alla Bike Night a mezzanotte, celebrando la rinascitadella bici su cui la Regione Emilia-Romagna sta investendo come elemento imprescindibile nella strategia di promozione turistica del territorio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *