Bilanci sanità e Clara spa, sindacati preoccupati per astensione dei sindaci – INTERVISTE

Il bilancio preventivo è un atto di indirizzo politico per decidere da parte andare in futuro, ma con l’astensione, i sindaci, non si assumono nessuna responsabilità e lascian fare ad altri”.

Cgil, Cisl e Uil di Ferrara puntano il dito contro la mancanza di assunzioni di responsabilità da parte degli amministratori del comuni ferraresi in tema di sanità ma anche di igiene ambientale.

Sotto i riflettori il processo di unificazione delle due azienda sanitarie, Usl e Ospedale S.Anna ma anche le prospettive aziendali incerte di Clara, la società che gestisce il ciclo dei rifiuti in 19 dei 21 comuni ferraresi.

Ma partiamo con la sanità.

Mancanza di assunzioni di responsabilità che, sempre secondo Cgil, Cisl e Uil, emerse anche durante l’assemblea dei soci di Clara spa, società che si occupa della raccolta rifiuti: lo scorso 23 dicembre alcuni sindaci hanno contestato i costi delle tariffe e i servizi.

“In pratica, i sindaci hanno votato contro se stessi “ sottolineano Cgil, Cisl e Uil visto che il 100% delle quote di Clara è detenuto dai 19 comuni ferrarese (se si escludono Ferrara ed Argenta serviti rispettivamente da Hera e Soelia).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *