Bilancio Buskers Festival 2012

Nonostante l’emergenza terremoto, anche l’edizione 2012 del Ferrara Buskers Festival ha ottenuto risultati importanti.

E presenze sono state complessivamente ottocentomila, in diminuzione rispetto all’anno scorso, quando il festival portò in centro storico circa 90mila persona e al giorno per dieci giorni.

Gli artisti accreditati sono stati circa il 30 per cento in meno rispetto alle ultime edizioni e questo sulla base di una precisa richiesta rivolta dall’amministrazione agli organizzatori del festival, per alleggerire la zona degli spettacoli.

Il successo tuttavia non è mancato: gli oltre 800 spettatori che hanno risposto ai questionari proposti dall’organizzazione provenivano da 62 provincie di tutte le regioni italiane,; oltre la metà ha dichiarato di visitare Ferrara per la prima volta proprio grazie al festival, un terzo circa ha deciso di fermarsi in città per almeno una notte.

Buoni risultati ha ottenuto il progetto Eco Festival, in collaborazione con Hera: raccolte 11 tonnellate di rifiuti differenziati, con un aumento del 113 per cento rispetto all’anno scorso.

Buoni risultati ance dall’operazione Grande Cappello, la raccolta fondi di solidarietà curata in collaborazione con IBO Italia: complessivamente, il grande coppello ha totalizzato 12milaottocento euro, da destinare al finanziamento di due progetti: la riapertura delle scuole dell’alto ferrarese danneggiate dal terremoto, e la ricostruzione del patrimonio storico artistico ferrarese.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=44f392fe-1e88-41c2-beb0-a58c41cbc189&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.