Bilancio: IMU più cara per le case sfitte

Niente aumenti Imu, né per la prima né per la seconda casa. Aumenterà invece per chi teine le abitazioni sfitte. Un occhio particolare inoltre sarà dedicato a scuola, welfare e cultura. Proseguono inoltre gli incentivi per i nuovi insediamenti produttivi. Alla riduzione delle tasse per chi si insedia a Ferrara si aggiunge l’abolizione delle spese di segreteria per i lavori edili di nuove attività produttive, oltre alla riduzione del 25% delle spese per tutti gli altri che intendono costruire o ristrutturare casa.

Le novità sul Bilancio 2013 le ha illustrate questa mattina il sindaco Tiziano Tagliani con a fianco l’assessore al Bilancio, Luigi Marattin e quello al personale e alla cultura, Massimo Maisto.

Un bilancio difficile anche per il 2013 sostiene il primo cittadino. I tagli infatti continuano, lo Stato non trasferirà più 1,6milioni di euro mentre la Regione toglie altri 500mila euro . Dall’altra parte intanto i costi aumentano, soprattutto quelli collegati con l’energia, come l’illuminazione pubblica e le assicurazioni.

Tagliani, tuttavia, spiega che l’attenzione del nuovo documento di programmazione economica del Comune estense, attraverso l’utilizzo della spesa corrente – che nel 2012 chiude con 98 milioni di euro – andrà a scuola, welfare e cultura. L’aumento dell’Imu sulle abitazioni sfitte invece servirà per una nuova politica abitativa.

Ma le grane del bilancio 2013 continuano. Dal primo gennaio parte una nuova tassa sui rifiuti: si chiamerà Tares ma caricherà un 0,30 euro per metro quadro che andrà a beneficio dello Stato.

Pur in un’ottica di ridurre il debito del Comune, obiettivo che il sindaco si prefisse nel momento in cui fu letto, la riduzione è sta da 169milioni di euro che avevamo nel 2009 a 128 nel 2012, e per il prossimo anno la riduzione sarà di altri cinque milioni in meno, l’amministrazione estense ha trovato altri quattro milioni di euro che dedicherà agli investimenti sul territorio.

Sul capitolo personale è tutto sospeso a quando si saprà come saranno sciolte le Province, annuncia Maisto, che per quanto riguarda la cultura rassicura: il calendario eventi del 2013 è salvo, ma attenzione da giugno arriverà la tassa di soggiorno, a meno che non arrivino nuovi fondi privati.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=94380b43-25ac-413d-aaa7-ff7aba5cdce7&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Un pensiero su “Bilancio: IMU più cara per le case sfitte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *