Black out al petrolchimico: torce accese

petrol1

Black out elettrico, questo pomeriggio, al polo petrolchimico di Ferrara. E’ accaduto intorno alle 15 30: un improvviso calo di tensione ha provocato il sostanziale blocco di gran parte impianti dello stabilimento.

Da qui l’attivazione automatica delle procedure di sicurezza, che comportano l’accensione delle torce in cui vengono bruciati i gas presenti all’interno degli impianti chimici in funzione. Si sono accese le torce di Versalis (ex Polimeri Euiropa) di Basell e diYara (quest’ultima con un a quantità di gas molto modesta).

L’accensione delle torce – per quanto sporadica – è stata naturalmente notata dai cittadini che vivono intorno al polo chimico, perché ha prodotto pennacchi di fumo nero visibili anche da lontano.

Le ragioni del black out sono ancora in corso di accertamento: si parla – ma il dato per ora non trova conferma ufficiali – dello sganciamento di una trasformatore dell’impianto che rifornisce di energia elettrica tutto lo stabilimento: impianto che come si sa è gestito dalla società SEF e collegato alla centrale turbogas

Sul posto sono intervenuti immediatamente l’IFM (il consorzio che gestisce le attività comuni del petrolchimico) che ha contattato in tempo reale questura, prefettura e vigili del fuoco; e i tecnici dell’Arpa, incaricati di accertare le cause dell’accaduto e le eventuali conseguenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *