BOCCE: Ferrara ai Giochi del Mediterraneo grazie a Antolini

Arbitro alla prestigiosa rassegna internazionale in corso a Tarragona

Il ferrarese Riccardo Antolini, classe 1980 e affermato arbitro nazionale della FIB, è stato l’unico “fischietto” italiano di specialità impegnato a Tarragona, dove si sono svolti i Giochi del Mediterraneo. Si tratta della sua seconda partecipazione a questo evento, dopo la positiva esperienza di Mersin, in Turchia, nel 2013. La convocazione ricevuta da Antolini conferma la grande fiducia che nutre nei suoi confronti la sezione arbitrale della FIB (che presto potrebbe diventare organismo autonomo rispetto alla Federazione stessa). L’amore per le bocce da parte di Riccardo nasce nei primi anni 90, seguito da papà Mario nella sua bocciofila Rinascente, con le prime gare e alcuni buoni risultati tra cui un argento ai campionati italiani juniores. Poi l’inizio della carriera da arbitro e i numerosi esami superati: prima quello da arbitro di partita, poi arbitro regionale ed infine nazionale, ruolo che ricopre dal 2012 con all’attivo decine di direzioni di gare nazionali e quasi un centinaio di incontri di campionato di serie alto livello. Il comasco Oscar Butti, coordinatore dell’attività nazionale e supervisore internazionale, l’ha contattato per proporgli il ruolo di arbitro di partita a Tarragona: “ho accettato volentieri ed è stata un’esperienza unica. Ho arbitrato gli incontri della specialità Raffa individuale maschile, dato che le restanti specialità e il femminile sono state escluse dal programma. Alla fine è stato un tour de force, su campi all’aperto e sotto il sole. Ho arbitrato 6 partite il primo giorno e altrettante il secondo,
rimanendo complessivamente 12 ore in campo, assieme al collega della federazione turca. Nella giornata conclusiva altre due partite di qualificazione e una semifinale, quella tra Malta e San Marino con vittoria di quest’ultima formazione”. Antolini, che a nostro modo di vedere avrebbe meritato la direzione della finalissima per l’oro, rispettando la regola sulla neutralità dell’arbitro di partita è stato invece assegnato alla partita valevole per il bronzo, in quanto a giocarsi la vittoria c’era un atleta italiano, Alfonso Nanni, che ha sfidato il sammarinese Dall’Olmo. Oltre al danno, la beffa: sovvertendo ogni pronostico, San Marino ha dominato l’atto conclusivo e ha portato a casa la vittoria, superando 12-2 l’Italia con la direzione affidata all’arbitro della Turchia, sconfitta inedita per gli azzurri in questo evento. Antolini è comunque soddisfatto per l’esperienza di Tarragona e, a detta degli esperti, se l’è cavata egregiamente nonostante avesse a disposizione strumenti di misurazione che in Italia sarebbero ritenuti rudimentali, sottoposto a stress psicofisico con una temperatura particolarmente elevata e senza pause tra la varie partite che è stato chiamato a dirigere. Antolini, che ricopre anche il ruolo di coordinatore arbitrale provinciale, potrà godersi ora una meritata vacanza estiva prima di ricaricare le batterie in vista della stagione 2018-2019, in attesa di conoscerne eventuali novità dal punto di vista arbitrale e regolamentare. Il mondo delle bocce ferrarese, rappresentato dal presidente provinciale Neri, si congratula con Riccardo per aver portato in alto, ancora una volta, la scuola boccistica estense.

Per concludere l’attività dei mesi di giugno e luglio, si è svolto anche il tradizionale memorial Vitali a San Bartolomeo, gara a carattere promozionale organizzata dalla società “La Bocciofila”, a cui hanno partecipato oltre 40 giocatori di categoria B e C. Il numero di iscrizioni elevato ha richiesto l’impiego anche delle corsie coperte della società La Fontana di Malalbergo per una serata di eliminatorie. Alla fine, a lottare per la vittoria, hanno giocato le semifinali Massimo Borsetti (La Ferrarese) contro Fausto Barboni (La Fontana), e Gianfranco Galliera (La Ferrarese) contro Fiorenzo Valieri(La Porottese). Nella finalissima è stato Borsetti ad avere la meglio su Valieri, conquistando la gara estiva che ha concentrato
l’attenzione degli appassionati locali sulle corsie esterne della bocciofila di San Bartolomeo. Nelle serate delle due settimane precedenti, con direzione di gara affidata al presidente della società e arbitro provinciale Ercolino Morelli, si è disputato interamente a Pontelagoscuro, sulle corsie dell’Estepo, il 27° G.P. Isola Bianca, gara provinciale individuale per 64 giocatori di categoria A, B e C. Alla serata finale sono giunti gli 8 finalisti, con il centese Paolo Balboni, atleta in forza alla Baldini di Bologna, che ha dominato la gara sbarazzandosi ai quarti del favorito ferrarese Davide Zerbini (Vicentini, RE), e battendo successivamente Luigi Marchetti della Rinascente, ottimo terzo classificato, e Valentino Pasqualini della società La Fontana, che ha confermato un ottimo momento di forma conseguendo numerosi piazzamenti di spessore. Al quarto posto un altro atleta de La Fontana, Enzo Degli Esposti. Balboni ha ritrovato una buona condizione e, per la prossima stagione, farà coppia con il centese Andrea Pirani, sempre alla società Baldini di Bologna. Il boccemercato si è ormai concluso e i ferraresi di spicco resteranno tutti fuori provincia: Davide Zerbini farà coppiacon il giovane talento foggiano Giuseppe Graziano alla Vicentini, mentre Andrea Mazzoni continuerà l’esperienza alla Sanpierina, con il nuovo compagno di gioco Stefano Setti. A Cento, invece, arriveranno altri atleti da fuori provincia, e precisamente dalla società Castenaso, in vista del campionato di 1^ categoria: Claudio Ciuffini e Andrea Bigi andranno a rinforzare la rosa degli atleti della Baltur.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *