BOCCE: giovani ferraresi sul podio

Medaglie di bronzo per Martina Zurigo e Giulia Sebastini agli Italiani di Verbania

bty
Brillano come stelle i due bronzi conquistati dalle ragazze del comitato di Ferrara ai campionati italiani juniores di bocce, specialità raffa – tiro di precisione – che si sono disputati a Verbania. Il Lago Maggiore ha portato fortuna alla delegazione biancoazzurra, guidata da c.t. Maestri con i collaboratori Mesini, Neri e Mazzoni. Martina Zurigo, classe 2004 della società La Fontana, e Giulia Sebastiani, atleta del 2002 della società Argentana, hanno tirato in contemporanea sulle corsie del bocciodromo di Possaccio. Sfida difficile per le due giovani bocciste, che hanno sfidato le migliori atlete d’Italia, tra cui l’azzurra Chiara Gasperini e altre valorose under15 come Laura Picchio e Nicole Marchetti. Tuttavia, nel tiro di precisione i giochi sono sempre aperti, perché spesso a fare la differenza sono i millimetri, la freddezza, la condizione fisica e mentale in ogni istante della gara. La Zurigo, partita col freno a mano tirato, ha rotto il ghiaccio portando a casa 21 punti nelle prime due manche. Davanti a lei ha trovato una superlativa Laura Picchio(Perugia, 46) e un’ottima Giorgia Trudu(Cagliari, 36), oltre alla sorpresa trapanese, Giulia Simonte (31). La Zurigo ha potuto accedere allo spareggio affrontando una delle favorite, Nicole Marchetti, quindicenne vicentina. Un momento da brividi, con l’atleta di Malalbergo che prima ha sbagliato il facile bersaglio della boccia, poi ha sfruttato l’errore della vicentina sul pallino, centrandolo e portando a casa il pass per la finale con standing ovation del pubblico. Nella finalissima, a caccia della medaglia, la Zurigo ha stabilito il suo primato personale, 20 punti, superando agevolmente la Simonte ed eguagliando a sorpresa Laura Picchio, mentre la Trudu sfiorava il record italiano con 33 punti, dominando la gara. Nulla da fare nello spareggio per l’argento, con la Picchio che ha avuto il classico scatto d’orgoglio. Sull’altra corsia è stata protagonista l’argentana Giulia Sebastiani, che dopo aver staccato il pass per la finale con un ottimo 18 (punteggi inferiori a causa della distanza più elevata per le under18), non è riuscita a far meglio in finale chiudendo con il bronzo dietro alla milanese Maijlinda Dragani e alla pesarese Chiara Gasperini. Finale non spettacolare, ma prova convincente da parte dell’atleta argentana che sembrava decisa a smettere, ma che ha mostrato talento e maturità nel corso del week end, con una discreta prova tradizionale che l’ha vista sconfitta sempre dalla Gasperini. Nulla da fare nelle specialità individuale e coppia, con una buona prova offerta dai ferraresi Liang e Rassas, che si sono arresi al terzo set contro i campioncini laziali Di Bartolo e Rossi. Sconfitti anche i campioni regionali di Argenta, Marchi e Gallerani, con la Zurigo troppo stanca dopo la dura prova della sera precedente. Per Ferrara si tratta comunque di un ottimo risultato, che ha arricchito il medagliere regionale fatto di cinque bronzi e di un bellissimo oro conquistato nell’individuale u15 dal reggiano Alex Incerti, idolo dei giovani ferraresi che hanno tifato incessantemente per lui. Sarà grande festa a Malalbergo e Argenta, due scuole che ancora una volta, dopo il bronzo conquistato nel 2017 dalla Buzatu, confermano la qualità del percorso tecnico ferrarese.

in foto: Martina Zurigo e Giulia Sebastiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *