BOCCE: La Ferrarese in vetrina

Ottimi risultati in campo regionale e nazionale, un impegno che paga

Gli ultimi giorni sono stati ricchi di novità per l’ASD La Ferrarese, che ha conseguito ottimi risultati in campo regionale e nazionale, oltre ad aver rinnovato in modo importante l’organico di categoria A, confermato sponsor e inserito nuovi giocatori tra i cadetti.
Si sono disputate manifestazioni agonistiche in regione, dove il Circolo di Viale Orlando Furioso è riuscito a piazzare ben 6 atleti sul podio: si tratta di Andrea Vendemiati e Sergio Bussolari, coppia di categoria B che ha chiuso a pari merito con i compagni di squadra Marco Cavicchi e Mauro Cavazza nella gara nazionale organizzata dalla bocciofila Sammartinese, G.P. RDF per le categorie B e C. I primi sono stati sconfitti dalle campionesse iridate Chiara Morano e Marina Braconi della Trem Osteria Grande (BO), vincitrici della gara, mentre i secondi hanno perso contro i giovani milanesi della Caccialanza, Andrea Penati e Tommaso Pasqualini, dopo una gara ben giocata in cui sono riusciti a vincere ben 5 partite prima di arrendersi in semifinale.
Poche ore prima erano saliti sul podio altri due atleti della Ferrarese, Mauro Guidetti e Michele Correggioli, sconfitti in semifinale dalla coppia di casa vincitrice della gara regionale Trofeo Toyota, organizzato dalla bocciofila Baldini. Una partita persa con rammarico, in quanto gli ultimi atleti di categoria A, i Centesi Andrea Pirani e Marco Bregoli, erano usciti sconfitti sempre in semifinale contro una coppia di B, cosa che avrebbe lasciato maggiori possibilità di vittoria ai biancoazzurri nella finalissima.
Proprio in virtù degli ottimi risultati, della partecipazione ai campionati italiani di Arezzo con ben 3 formazioni, di cui 2 terne e 1 individuale sconfitte nelle eliminatorie, ha convinto il main sponsor della società, Femet di Andrea Zironi, ad estendere la sponsorizzazione a tutte le categorie. Femet diventerà sponsor delle squadre di 1^, 2^, 3^ categoria, mentre Quisisana continuerà a supportare il progetto Accademia delle Bocce Integrate in cui gli atleti testimonial affiancheranno i più giovani paralimpici nel percorso di crescita umana e sportiva coordinato dal tecnico Andrea Mazzoni.
Un progetto a 360° in cui si inseriranno altri partner, nonostante la partenza del capitano Davide Zerbini e della squadra di atleti reggiani (fratelli Pedocchi e Pesavento), che si sono trasferiti alla Sammartinese di Reggio Emilia.
Entreranno profili motivati per formare una squadra giovane: si tratta di Luigi Onza e Francesco Serziale, provenienti dalla bocciofila Centese, e di Antonio Cristofaro, che tornerà in biancoazzurro in prestito, sempre da Cento. A supporto della squadra, oltre ai giocatori confermati dalla precedente stagione, la c.t. di Enrico Negrini e Andrea Mazzoni cercano ancora una coppia di atleti per rendere più solido il Femet Team.
Si sta per chiudere un 2021 positivo, nonostante l’emergenza sanitaria e le difficoltà oggettive che la bocciofila, come ogni altra realtà sportiva, si trova ad affrontare. La solidità del progetto è evidente nei numeri di tesserati, che non accennano a diminuire, anche se si segnalano grosse difficoltà per quanto riguarda l’attività dei più giovani e dei paralimpici provenienti dai centri socio riabilitativi, che attendono tempi migliori per tornare a calcare le corsie di gioco del bocciodromo. Sono le scuole e gli insegnanti a trovare nella proposta di didattica della FIB una grossa opportunità: uno sport individuale in cui è mantenuto il distanziamento, con un progetto solido come quello federale, su cui verte la scelta di numerose classi di scuole di vari ordini e gradi del comune di Ferrara. Sono dunque molte le premesse per sperare in un nuovo anno sportivo ricco di soddisfazioni e di attività per il bocciodromo comunale di Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *