Bonacossi, apre la mostra dei capolavori ritrovati dopo il sisma

aspettando schifanoiaLa madonna del Cedro, il busto di Leopoldo Cicognara scolpito nel marmo dal Canova e infine – ma non per importanza – alcune delle opere del Bastianino, dello Scarsellino e la Crocifissione di Casa Pendaglia. Capolavori che saranno restituiti dopo il sisma e la chiusura di alcuni luoghi d’arte come la Chiesa della Madonnina e alcune Sale di Palazzo Schifanoia dalle 18 di sabato 3 ottobre.

In occasione del week – end di Internazionale infatti a palazzo Bonacossi si inaugura una mostra che è un modo – afferma l’amministrazione comunale – per restituire l’arte che ha rischiato di perdere per anni un’ubicazione per il pubblico dopo il 20 maggio 2012.

L’esposizione infatti si chiama “Aspettando Schifanoia…si espone Bonacossi” e vuole essere un tentativo -spiega l’assessore alla cultura del Comune di Ferrara, Massimo Maisto – di creare qualcosa di più orginale nel campo dell’arte rispetto al passato.

L’esposizione curata nei minimi particolari da tre esperte, si divide in quattro sezioni.

Sabato mattina inoltre dalle 11, nel Salone d’Onore di Palazzo Bonacossi si terrà una conferenza dedicata al ritrovamento della Madonna del Cedro e che vede fra i relatori Elisabetta Lopestri e Fabio Bevilacqua.

Per Schifanoia tuttavia le procedure per la ristrutturazione delle sale non ancora riaperte dopo il sisma va avanti e l’assessore annuncia anche delle novità.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/06-aspettando-schifanoia.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/06-aspettando-schifanoia.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *