Bondeno, con i fondi del Pnrr il rifacimento del Ponte Bailey di Santa Bianca

L’arrivo delle risorse concernenti il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) ha portato il comune di Bondeno a rientrare tra i beneficiari dei finanziamenti previsti dalla legge statale 30 dicembre 2018, nell’ambito dei quali era stato ripetutamente candidato l’intervento di messa in sicurezza del ponte Bailey di Santa Bianca.

Un’opera attesa da molti cittadini, specialmente da quelli residenti nella frazione. Il finanziamento deriverebbe dallo scorrimento della graduatoria delle opere ammissibili prevista per annualità 2021. Uno scorrimento possibile grazie all’aggiunta di 900milioni per quest’anno e di 1750milioni per il 2022. Per la messa in sicurezza del ponte Bailey di Santa Bianca sono stati richiesti 900mila euro.

“I fondi statali, che il ministero dovrà confermare tramite apposito decreto, arriveranno grazie al virtuosismo dei nostri uffici – spiega il sindaco, Simone Saletti –, che negli ultimi anni hanno candidato il ponte per ottenere finanziamenti per l’intervento. Nelle annualità precedenti (2019 e 2020, ndr) il progetto per il ponte Bailey è stato ritenuto ammissibile ma non finanziabile, paradossalmente proprio perché il nostro comune ha sempre avuto i conti in ordine. Può sembrare stravagante, ma la scelta dello Stato negli ultimi anni è stata quella di assegnare le risorse ai comuni meno virtuosi o addirittura in deficit di bilancio, mentre Bondeno è sempre stato solidissimo sia dal punto di vista patrimoniale sia da quello economico.

“Adesso – sottolinea ancora Saletti –, grazie alle risorse del Pnrr, la graduatoria è scalata, e il ponte di Santa Bianca oltre che ammissibile è risultato anche finanziabile. Bene così”. Sul dettaglio dei lavori che dovranno essere eseguiti al ponte Bailey si spende Marco Vincenzi, assessore ai Lavori pubblici: “Più che una messa in sicurezza, dovrà trattarsi di un vero e proprio rifacimento. La struttura è fortemente compromessa per il transito delle auto (attualmente possono attraversare il ponte solo pedoni e ciclisti, ndr), e i 900mila euro assegnati ci consentirebbero di lavorare con l’obiettivo di un completo rifacimento funzionale. Voglio poi complimentarmi con gli uffici comunali – commenta ancora Vincenzi – per la tempestività con cui hanno lavorato: nel giro di pochi giorni hanno infatti provveduto a studiare la documentazione e a dare conferma al ministero dell’Interno per l’interesse alla ricezione del contributo”.

“Adesso, per il Comune, non resta che aspettare il decreto definitivo di conferma dell’assegnazione delle risorse solo a seguito del quale – chiosano Saletti e Vincenzi – potranno essere avviate le fasi di progettazione, di assegnazione ed esecuzione vera e propria dei lavori, al fine di realizzare un’opera infrastrutturale cruciale per il nostro territorio di confine”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.