Bondeno, lettera ai cittadini: “Vicino nella fase post-emergenziale”

Alan Fabbri
Alan Fabbri

L’ente locale, nella nostra epoca, è quello più vicino al cittadino, ed è «interesse e cura costante dell’Amministrazione, per i propri cittadini, dare precise e puntuali informazioni a salvaguardia dei loro diritti, specialmente nella circostanza dell’emergenza e del disagio per il terremoto.» Il sindaco Alan Fabbri sta diffondendo questo messaggio, nei vari incontri pubblici articolatisi nelle frazioni matildee.

Annunciando che dal Comune arriverà una lettera a casa di tutti i cittadini, per spiegare che «L’Amministrazione e gli uffici sono tutti a disposizione per chiarimenti e per mettere in condizioni le persone di usufruire dei benefici di legge per ricostruire, ricominciare avvalendosi di tutti gli strumenti possibili.

La vicinanza dell’Amministrazione – avverte il Comune – è un dato concreto anche attraverso azioni altrettanto concrete come l’adeguata informazione.» Questo vale sia per informazioni generali (ad esempio, chiamando il numero 0532-899216), oppure per problemi contingenti, quali la richiesta del contributo per autonoma sistemazione abitativa (Cas), di cui usufruiscono già circa 390 nuclei familiari; oppure, per la richiesta di contributi per il ripristino di immobili attualmente inagibili, soprattutto ora che il contributo può essere del 100% del costo ammissibile.

Per qualsiasi caso, «per inoltrare la richiesta di contributo – scrive il sindaco Fabbri alle famiglie – è necessario rivolgersi ad un tecnico di fiducia.» Il referente presso l’ufficio tecnico comunale, cui inoltrare le proprie domande, anche in merito alle ordinanze commissariali, è l’ingegnere Olga Mantovani: 0532-899238, oppure [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *