Bondeno, nuova sede per la Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Scortichino

Una sede rinnovata per la Filarmonica ‘Giuseppe Verdi’ di Scortichino di Bondeno. La ristrutturazione dei locali della storica Società di musica – nata 140 anni fa e che oggi conta una scuola di musica e una banda di 40 elementi – è stata realizzata grazie a un finanziamento regionale di oltre 80mila euro nell’ambito del bando per la rivitalizzazione e il ripopolamento dei centri storici colpiti dal sisma del 2012.

Oggi pomeriggio anche il presidente della Regione ha partecipato al varo della nuova sede.

L’intervento permette alla Filarmonica G. Verdi di continuare a sviluppare tutte le attività che dal 1881 la rendono un riferimento culturale, sociale e educativo per l’intera comunità locale.

Tra i principali lavori svolti ci sono la riqualificazione e la sistemazione dell’area di accesso e del primo piano dell’edificio, la tinteggiatura esterna, la realizzazione delle aule, degli impianti elettrici e idraulici, la ristrutturazione dei bagni e il rifacimento delle aree pedonali con abbattimento delle barriere architettoniche preesistenti.

Il sostegno della Regione alle bande musicali. Nel triennio 2016-2018 le attività delle scuole di musica e delle formazioni bandistiche sono state sostenute dalla Regione con un contributo annuale di 210mila euro.

Dalla fine del 2018 le bande vengono sostenute dalla legge regionale ‘Norme in materia del settore musicale’, la prima in Italia intervenuta in maniera organica per la promozione della cultura musicale diffusa, differenziata e inclusiva, con un’attenzione particolare alle iniziative nelle aree meno favorite e a sostegno di scuole di musica, bande e cori regionali.

Per quanto riguarda in particolare le formazioni bandistiche, nel triennio 2018-2020 sono stati concessi ad ASSONANZA-AMBIMA (Associazione nazionale delle bande musicali autonome) 350mila euro di contributi di cui hanno beneficiato 104 bande del territorio regionale, tra le quali si trova anche la banda filarmonica G. Verdi di Scortichino

(comunicato a cura della Regione Emilia-Romagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *