BONFIGLIOLI: a Brindisi a caccia dell’impresa

Miccio_Penetrazione2

Finalmente al completo, obiettivo possibile

Seconda trasferta consecutiva al Sud per la Pff Group, impegnata alle 18 di sabato pomeriggio al PalaPentassuglia contro la locale formazione della Futura Brindisi. Sfida difficile per le biancorosse, che tuttavia scendono in Puglia rinfrancate dalla bella prestazione di sabato scorso a Salerno e soprattutto con Mini e Coraducci finalmente a disposizione. Con loro, Manzini (attesissima ex di giornata), e Miccio (insieme a Missanelli e Gargantini, pronte a dare il proprio contributo), si ampliano notevolmente le rotazioni a disposizione di Piatti e, incrociando le dita, si va ad esaurire la fase di “emergenza sanitaria”. Ovviamente, considerazione valida soprattutto per Mini, la condizione delle rientranti non sarà delle migliori ma solo il fatto di poter contare su di loro, aumenta la convinzione delle estensi di poter ben figurare nello storico impianto brindisino. Poi, per accaparrarsi i due punti, bisognerà fare davvero l’impresa perché le padrone di casa, invischiate nella poule retrocessione solo per via di un ritardato pagamento di tasse federali che ha comportato tre punti di penalizzazione, hanno qualità e talento da vendere. Diodati in regia, la tiratrice Perseu e soprattutto il talento e l’esperienza di Siccardi (proveniente da cinque campionati di A1 a Taranto), con la nazionale Under 20 Tagliamento pronta a salire dalla panchina (ma migliore marcatrice della squadra) sono un bel biglietto da visita. I centimetri di Gatti (ex Chieti, A1) sotto le plance, uniti alla fisicità di Nene Diene rappresentano un’altra potenziale minaccia per Ferrara, anche perché la lettone Egle cambia le lunghe garantendo solidità alla formazione di Coach Santini. Insomma sulla carta una partita piuttosto complicata per la Pff Group, che dovrà essere brava soprattutto a non accettare il ritmo forsennato delle padrone di casa, brave la scorsa settimana a vincere in rimonta a Crema dimostrando cosi ottima condizione atletica. La seconda chiave sarà come al solito la battaglia sotto i tabelloni. Le estensi di solito soffrono le squadre “garibaldine” e fisiche, dove anche le esterne vanno a caccia di secondi possessi. Serviranno quindi tanta freddezza e coraggio per portare a casa i due punti, ma la squadra di Piatti ha una gran voglia di buttarsi alle spalle il periodo sfortunato e provare il colpaccio, in fondo, non costa nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *