BONFIGLIOLI: a Brindisi sarà dura, ma c’è fiducia

CamillaCoraducci

Tornano Mini e Coraducci

Nonostante le tre sconfitte consecutive sembra tornare il sereno in casa Pff Group, rinfrancata dalla prestazione orgogliosa sfoderata a Salerno e soprattutto dal rientro in gruppo di Chiara Mini e Camilla Coraducci. La prima, assente da un mese per un problema muscolare e vero faro della manovra biancorossa, ha ricevuto il via libera dal Dr. Merlo della Quisisana che in settimana ha effettuato l’ultima ecografia di controllo. Per quanto riguarda Coraducci invece, il problema al menisco che l’aveva costretta al forfait a Salerno permane ma, siccome il dolore è diminuito, si tratta di convivere per qualche settimana con la fastidiosa sensazione che tuttavia non le precluderà la discesa in campo sabato a Brindisi. La trasferta pugliese rimane comunque proibitiva per le ferraresi, visto che le biancoblu di casa, seppure alle prese con qualche problema economico che ha causato una penalizzazione senza la quale si starebbero giocando la promozione in A1, sono a punteggio pieno nella Poule. E’ evidente però che Piatti avrà sicuramente più frecce al proprio arco per tentare l’impresa, considerato che il reparto esterne (a Salerno poggiava sulle sole Manzini e Miccio, ben supportate comunque dalla quindicenne Missanelli), ora si arricchisce della leadership di Mini e dell’energia di Coraducci. Ovviamente non sarebbe giusto attendersi dalle rientranti un contributo eccezionale fin da subito, ma solo il fatto di allungare le rotazioni oltre al fatto di potere, ad esempio, sgravare Manzini dai compiti di regia, autorizza a un cauto ottimismo. Il tutto anche alla luce del fatto che la stessa Erika Aleotti ha iniziato l’opera di rieducazione alla spalla immobilizzata dopo la sublussazione subita. Difficile prevederne un suo recupero per la decisiva sfida casalinga con Viterbo di sabato 1 marzo ma, dopo la sosta, è presumibile che tutte le effettive siano a disposizione di Coach Piatti per il rush finale del campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *