BONFIGLIOLI: non bisogna mollare

Momento nero, ma la salvezza è ancora possibile

Con il morale un po’ a terra ma allo stesso tempo tanta voglia di scrollarsi di dosso il brutto momento, è tornata in palestra la Pff Group di Gigi Piatti, alle prese con la preparazione della difficile sfida di sabato prossimo a Salerno. Una gara che Ferrara affronterà ancora non al meglio della condizione: Aleotti è sempre ferma (inizierà la prossima settimana il percorso di riabilitazione) e Mini ha appena ripreso a correre ma sarà nelle dieci giusto per onor di firma. A questa non rosea situazione si somma il problema al ginocchio accusato da Camilla Coraducci sabato scorso. I legamenti sembrano a posto ma il gonfiore e il dolore all’articolazione non le permettono per ora di allenarsi e si tenterà di recuperarla in extremis. In questo quadro, Coach Piatti cercherà soprattutto di lavorare sull’aspetto psicologico e motivazionale di una squadra uscita “abbacchiata” dalla sconfitta contro Crema. La salvezza è distante probabilmente appena due vittorie, ma per ottenerle le estensi devono ricompattarsi e gettarsi alle spalle quei lunghi black out che le fanno subire pesantissimi break che risultano poi difficili da recuperare. Il calendario almeno per il momento non aiuta, visto che propone due trasferte consecutive e insidiose come Salerno e Brindisi in appena otto giorni. Per la Pff Group sarebbe oro colato riuscire a portare a casa almeno due punti, visto che poi avrebbe ben quattro partite casalinghe su sei a disposizione per chiudere il conto con la poule retrocessione e assicurarsi la permanenza in A2 anche per la prossima stagione. Prima di tutto però, occorre fornire a Salerno una prestazione all’altezza della situazione, al di là del risultato che maturerà sul parquet campano, ed è questo quello che la società chiede ad allenatore e giocatrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *