BONFIGLIOLI: riflessioni post Salerno

Miccio_Penetrazione2

Analisi e prospeittve dopo la sconfitta in Campania

Bicchiere mezzo o pieno o mezzo vuoto? Questo il dilemma che ha accompagnato staff e squadra sul treno che riportava a casa la Pff Group dopo la sfortunata trasferta salernitana (persa 77-73). Una beffarda sconfitta al supplementare, sostanzialmente immeritata, soprattutto alla luce delle condizioni di emergenza nelle quali Ferrara è scesa in campo. Sostanzialmente con le stesse rotazioni ridotte con cui Pocaterra e compagne avevano giocato ad Ancona, questa volta la prestazione offerta è stata caratterizzata da ben’altra cifra agonistica. Le esterne biancorosse nei minuti finali erano davvero esauste, oltre che fiaccate dall’asfissiante marcatura della Carpedil e se a ciò si aggiunge una direzione arbitrale che ha destato ben più di qualche perplessità, ecco spiegato perché alle estensi non è riuscito di portare a casa i meritati due punti. Ricominciare quindi dalle prestazioni di Miccio e Manzini, dalla sfrontatezza della “baby” Missanelli, dalla voglia di lasciare un segno sulla stagione da parte di Laffi: questo l’imperativo morale della squadra di Piatti. Alle porte un’altra trasferta, probabilmente ancora più impegnativa, come quella di Brindisi ma da affrontare con maggiore convinzione nei propri mezzi. Il rientro di Mini ormai è imminente, si spera che Coraducci possa recuperare per la trasferta pugliese e allora, con allenamenti che si auspicano di migliore qualità rispetto a quelli a ranghi ridotti delle ultime settimane, la Pff Group può guardare al prosieguo del campionato con ritrovata fiducia. Il gruppo che si era sfaldato sotto la pioggia di triple di Caccialanza e Capoferri contro Crema, a Salerno ha dato invece segni di ripresa, resistendo all’urto prodotto dalle qualità tecniche e fisiche di D’alie e Potolicchio. Era la prima volta per le biancorosse sui campi “caldi” del meridione e la prova si può dire superata a pieni voti. Purtroppo la classifica ancora non si muove, ma prestazioni di questo livello autorizzano a essere più ottimisti di qualche settimana fa.
Carpedil Salerno 77: Dentamaro, Fereoli, Frascolla ne, Potolicchio 14, D’alie 25, Trotta 8, Ribezzo 20, Bertan 10, Cartolano ne, Ardito 8; All. Bianco

Pff Group 73: Gargantini, Pocaterra 4, D’Aaloja, Miccio 26, Laffi 15, Missanelli 6, Denti 5, Malavasi 5, Manzini 12, Mini ne; All. Piatti

Parziali: 16-20, 28-33, 48-57, 69-69, 77-73

Tiri liberi: Salerno 16/20, Ferrara 12/18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *