BONFIGLIOLI A CIVITANOVA PER RIPARTIRE

CamillaCoraducciE’ una Pff Group con tanta voglia di riscatto quella che scende in campo dalle 18.00 a Civitanova per la prima giornata di ritorno. La sconfitta casalinga con Ancona ha “tarpato” le ali a una squadra che pareva avere preso consapevolezza dei propri mezzi, rimettendo in discussione l’accesso alla poule promozione da parte delle biancorosse. Nelle Marche arriva quindi l’occasione del riscatto, anche se non sarà facile conquistare due punti su un campo piuttosto ostico. Ferrara dovrà rinunciare ancora a Gargantini, in miglioramento, ma sempre bloccata da dolori alla schiena e punta sull’esperienza e sulla qualità del proprio quintetto. Necessario però che chi sale dalla panchina, soprattutto Coraducci, Malavasi e Pocaterra dia un contributo tangibile come già successo a Bologna due settimane fa. Contro una squadra dalle rotazioni apparentemente limitate come quella marchigiana, proprio la freschezza nei momenti decisivi potrebbe risultare decisiva e per questo si spera di vedere la panchina estense convinta e protagonista. Civitanova d’altronde non starà a guardare e avrà desideri le stesse ambizioni di rivincita. All’andata le due neopromosse diedero vita a una sfida vibrante, con la lettone Veinberga grandissima protagonista per tre quarti. Solo all’ultimo la Pff Group riuscì a rimettere il naso avanti, conquistando una vittoria che a un certo punto sembrava una chimera. Da allora, con l’esperta Serani out le marchigiane hanno inserito nel roster Silvia Passon, ala friulana, lo scorso anno in A3 a Brindisi ma con un bagaglio di esperienze importanti su parecchi parquet italiani. Insieme a Veinberga e Filippetti, costituiscono un trio che garantiscono qualità ed esperienza sotto canestro, mentre sul perimetro bisognerà fare molta attenzione a Perini che garantisce un bottino di quasi 20 punti di media alle proprie compagne. Inutile dire che, contro una squadra con queste caratteristiche, Ferrara dovrà mettere in campo ben altra carica agonistica rispetto a quella vista contro Ancona. Un atteggiamento remissivo in difesa potrebbe essere punito a ripetizione dalle tiratrici di casa e l’eventuale scarsa collaborazione a rimbalzo regalerebbe troppe seconde chance alle avversarie. Con un calendario che proporrà successivamente il derby con Vigarano, la pausa e la sfida alla big Broni, la Pff Group non può regalare punti a nessuno ed è quindi attesa a una prova coraggiosa che cancelli la versione spenta vista sabato scorso al PalaMiT2B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *