Torna la Borsa del Turismo: tour operator internazionali alla scoperta di Ferrara

borsa turismo20 Tour Operator internazionali, provenienti da 10 Paesi saranno ospiti di Ferrara e del suo territorio il 31 maggio e il 1° giugno prossimi per un eductour alla scoperta delle bellezze della città.

L’evento, che si realizza all’interno della ventitreesima edizione della Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte e dei Borghi d’Italia – Arts and Events 100 Italian Cities, organizzata da Confesercenti Emilia Romagna, è stato voluto anche quest’anno dalla Destinazione Turistica Romagna e si realizza con la collaborazione della Confesercenti di Ferrara.

Il programma ufficiale inizierà venerdì, con l’arrivo dei Tour Operator a Ferrara e l’incontro presso un ristorante tipico del centro dove si svolgerà la presentazione del territorio e, a seguire, la cena con le tipicità locali.

Il giorno successivo, si attraverserà a piedi e in bicicletta il centro storico percorrendo la caratteristica Via delle Erbe che costeggia il suggestivo Cimitero Ebraico per raggiungere le antiche Mura di Ferrara. Si potrà ammirare inoltre la suggestiva Via delle Volte, contraddistinta da numerosi volti che punteggiano la strada e l’antichissima Via San Romano, caratterizzata da portici su entrambi i lati e appartenente alla Ferrara del XII secolo. Continuando lungo il dedalo di vie medievali, si raggiungerà il Ghetto Ebraico. A suggellare il soggiorno saranno le visite al trecentesco Palazzo Schifanoia, alla Cattedrale romano-gotica e al maestoso Castello Estense, uno dei simboli più celebri della città.

I Tour Operator che arriveranno a Ferrara rappresentano mercati di grande interesse per il turismo legato alle città d’arte, come Francia, Belgio, Polonia, Spagna, Svizzera, Cina, Corea del Sud, Giappone e USA. Tra questi si segnala la Beijing Global Tour International Travel Service che è tra i primi 10 Tour Operator grossisti della Cina; il belga Quality-Time Cultuurreizen è specializzato su viaggi culturali di alta qualità; Tidesquare che sta diventando la più importante società di lifestyle in Corea del Sud; Mik Tourist, che è oggi uno dei tour operator più affidabili in Giappone per la destinazione Europa e l’americano Tours To Boot Inc., specializzato nell’organizzazione di viaggi per una clientela sofisticata ed esperta, capace di apprezzare esperienze di viaggio in Italia altamente curate, in particolare per quel che riguarda le proposte enogastronomiche, culturali, musicali e lifestyle.

“Da anni ormai, con diversi eductour, la Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte e dei Borghi d’Italia, nata proprio qui a Ferrara, è impegnata a valorizzare e promuovere le eccellenze del territorio emiliano-romagnolo –– sostiene Nicola Scolamacchia, Presidente della Confesercenti di Ferrara – e Ferrara fa di diritto parte di queste eccellenze; per questo motivo abbiamo fortemente voluto che a questo territorio fosse dedicato un eductour da cui siamo convinti possano scaturire interessanti opportunità per il nostro turismo e le nostre imprese”.

“La Borsa – aggiunge Marco Pasi, Presidente della società Iniziative Turistiche che organizza l’evento – rappresenta il più importante e consolidato evento italiano di incontro fra domanda e offerta del turismo delle città d’arte e cultura e ha contribuito, nelle sue 22 edizioni, ad aumentare la domanda nell’ambito del turismo culturale e ha portato in Emilia Romagna e in Italia ben 2.200 tour operator provenienti da ogni parte del mondo e circa 8.800 seller provenienti da tutte le Regioni italiane. 56.500 sono stati i contatti commerciali realizzati all’interno delle varie edizioni per un valore stimato di oltre 22.800.000 euro e 106 gli eductour realizzati per far conoscere al meglio il territorio ai Tour Operator stranieri.”.

Borsa 100 Città d’Arte edizione 2019: il programma

Il programma della XXIIIª Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte e dei Borghi d’Italia comprende diversi appuntamenti:

Workshop internazionale con oltre 60 Tour Operator e oltre 400 seller italiani.

Venerdì 31 maggio a Palazzo Isolani a Bologna (inaugurazione ufficiale ore 12).

Educational tour previsti tra il 30 maggio e i primi giorni di giugno e dedicati alle Destinazioni Turistiche Regionali (Emilia, Bologna con Modena, e Romagna). Ecco quindi che i buyer visiteranno Bologna e il suo territorio; Reggio Emilia; Parma; Piacenza e Bobbio; Ferrara; Ravenna; la Valmarecchia; il Mugello; Pistoia e Montecatini Terme.

Il Convegno Nazionale dal tema “Le grandi ricorrenze della cultura italiana e le strategie di promozione turistica: strategie pubbliche, esigenze delle imprese e casi di successo”.

Giovedì 30 maggio, dalle ore 9.30, presso la Pinacoteca Nazionale di Bologna.

Il Seminario “Cina – Italia: La via del turismo. Opportunità e strategie di promozione per le imprese turistiche”.

Giovedì 30 maggio a Palazzo Isolani a Bologna (dalle ore 15).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *