BRESCIA – SPAL: le pagelle di Beppe

Voti alti per tutti, Mora, Lazzari e Antenucci top

MERET 6,5. Solo una piccola incertezza iniziale su un’uscita aerea, per il resto, solita partita perfetta. Compie anche il miracolo togliendo dalla porta (forse oltre la linea) il tentativo di autogol di Ghliglione.

CREMONESI 7. Avrebbe meritato di coronare l’ottima prestazione con la rete personale, che solo la prodezza di Arcari gli nega.

VICARI 7,5. Sempre più autoritario nel guidare la difesa. Dominatore sulle palle aere, dove non concede neppure le briciole al temuto Caracciolo.

GIANI 7. Anche lui vicinissimo alla marcatura personale con un perfetto stacco aereo da corner. Completa un terzetto difensivo assolutamente insuperabile per i bresciani.

LAZZARI 7,5. Sulla destra una costante spina nel fianco per gli avversari. Propizia la prima rete recapitando quasi personalmente, con una progressione eccezionale il pallone sulla testa di Mora. Continuo anche in fase di copertura, esce nel finale dopo essere uscito malconcio in uno scontro di gioco.

COSTA 7. Il secondo gol nasce da una sua iniziativa sulla sinistra. Inesauribile sulla fascia, oltre ad essere abilissimo nel calciare dalla bandierina come in occasione della terza rete di Mora. Unico neo l’azione sprecata nel finale in superiorità numerica, quando calcia alto invece di servire Zigoni solo al centro dell’area.

CASTAGNETTI 6,5. Buon primo tempo, sia in fase di costruzione che di contenimento, nella ripresa si vede meno, fino alla sostituzione con Arini per un centrocampo più robusto, è maggiormente incline al filtro difensivo.

SCHIATTARELLA 6,5. Lui c’è sempre. Ormai ha abituato tutti benissimo; autentico perno di un centrocampo che produce gioco per le punte e protegge abilmente la difesa da qualsiasi attacco avversario. Giocatore insostituibile e pedina fondamentale nella sontuosa cavalcata biancazzurra.

MORA 8,5. Qualità e quantità, oltre ad una doppietta da ricordare. Cosa altro si può chiedere a questo giocatore arrivato a Ferrara come terzino sinistro semi sconosciuto tra la diffidenza di tanti, e poi trasformatosi in uno dei migliori centrocampisti della serie cadetta, con il valore aggiunto di addirittura 7 gol che stanno contribuendo in modo straordinario alla rincorsa della massima serie da parte dei biancazzurri?

ANTENUCCI 8. Il gol che riporta in vantaggio la Spal e’ di un’importanza fondamentale nella corsa all’inseguimento del sogno. Non spreca un pallone dall’alto di una classe cristallina, che lo rende inafferrabile per il legnosi difensori bresciani.

ZIGONI 7. Sfiora in più occasioni la rete personale, che avrebbe assolutamente meritato. Assurda l’ammonizione per simulazione che l’arbitro gli sanziona al termine di una splendida azione personale che costringe Blanchard ad abbatterlo al limite dell’area da ultimo uomo. Cartellino giallo che gli farà saltare la prossima con il Trapani.

ARINI 6,5. Il suo ingresso garantisce maggiore solidità al centrocampo, che con lui in mediana non concederà più nulla agli avversari.

SCHIAVON 6,5. Venti minuti di lotta a centrocampo.

GHIGLIONE sv. Pochi minuti, nei quali deve ringraziare Meret (e l’arbitro), per avergli evitato un clamoroso autogol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *