Budini contaminati, allarme da mamma di Copparo

budino

Budini contenenti tracce di acqua ossigenata, la Cameo ritira oltre 30mila confezioni del budino “Muu Muu”. L’allarme è partito da una mamma di Copparo che aveva comprato il prodotto per il proprio bambino e che all’Asl di Ferrara ha segnalato le confezioni sospette.

Un odore pungente e il sapore quasi piccante. È partito da una mamma di Copparo l’allarme sui budini Muu Muu della Cameo contenenti tracce di acqua ossigenata. La donna, aprendo un vasetto per darlo al proprio figlio, ha sentito l’odore forte e dopo aver assaggiato il contenuto ha subito contattato l’Asl di Ferrara.

“Ci siamo immediatamente attivati bloccando la vendita del lotto a cui appartenevano i vasetti, spiega il dottor Giuseppe Cosenza, direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica di Ferrara, e analizzando il prodotto.”

Le confezioni di ” ancora presenti al supermercato copparese dal quale la donna aveva comprato i budini destinati soprattutto ai bambini sono risultate tutte negative, positivi invece 3 dei 6 vasetti acquistati dalla mamma che ha lanciato l’allarme. “L’acqua ossigenata, ha spiegato ancora il direttore del dipartimento di Sanità Pubblica di Ferrara, viene utilizzata per la disinfezione dei vasetti prima dell’utilizzo e tutti i lotti limitrofi sono stati controllati e non sono risultati contaminati”.

[flv]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/25022014_budino.mp4[/flv]

Comunque nel giro di 48 ore la Cameo aveva già provveduto a ritirare dal commercio 31mila confezioni di “Muu muu Budino Vaniglia con Macchie al Cioccolato”, in sostanza l’intero lotto al quale appartenevano i vasetti contaminati. La notizia è stata segnalata anche al sistema di allerta europeo Rasff, dato che il dessert è stato prodotto in Germania. Stando ad un comunicato dell’azienda produttrice il prodotto sarebbe stato ritirato da 120 supermercati.

Il lotto in questione è il numero 27 02 2014, che corrisponde anche alla scadenza del prodotto. Chi dovesse trovarsi in casa confezioni che vi appartengono è invitato a non consumarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.