Buoni spesa ‘Covid 19’: domande da presentare al Comune di Cento entro le 12 di lunedì 8 febbraio

Ci sarà tempo fino alle ore 12 di lunedì 8 febbraio per presentare la domanda, solo in modalità on line, per ricevere il bonus Covid.  Ad oggi (giovedì 4 febbraio 2021) le domande pervenute in Comune sono 395.  Domande che, chiuso il termine di presentazione, dovranno poi essere esaminate dagli uffici per accertare che chi ne ha fatto richiesta abbia poi effettivamente diritto all’aiuto economico.

I bonus possono essere spesi solamente negli esercizi commerciali del territorio che hanno aderito alla convenzione con il Comune. I punti vendita che, ad oggi, hanno già aderio sono in tutto nove e l’elenco verrà pubblicato sul sito dell’amministrazione. Gli aiuti economici, inoltre, saranno spendibili non oltre il 31 luglio. L’amministrazione centese, dopo le disposizioni Covid di marzo 2020 e poi riporoposte alla fine di novembre che prevedeva ai Comuni trasferimenti finanziari per afforntare la crisi economica delle familgie a causa della pandemia, per i bonus Covid ha a disposzione 188mila euro di fondi. Il beneficio verrà assegnato fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

L’aiuto economico, la cui organizzazione è gestita dai Servizi sociali dell’assessore Grazia Borgatti, prevede che la domanda sia presentata solo con l’apposito modulo reso disponibile sulla piattaforma ad hoc che si chaima Si Voucher e collegandosi al seguente link: https:\\voucher.sicare.it/sicare/buonispesa_login.php da computer/cellulare/tablet. I buoni per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità saranno assegnati prioritariamente ai nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica ed ai nuclei familiari in stato di bisogno.A seguito dell’istruttoria della domanda presentata sulla piattaforma on-line l’Ufficio provvederà ad assegnare i buoni agli aventi diritto quantificandone l’importo sulla base dei seguenti criteri:

– nucleo famigliare composto da n. 1 componenti € 125
– nucleo famigliare composto da n. 2 componenti € 200
– nucleo famigliare composto da n. 3 componenti € 300
– nucleo famigliare composto da n. 4 componenti € 400
– nucleo famigliare composto da n. 5 componenti € 500
– nucleo famigliare composto da n. 6 e più componenti € 600

Nell’erogazione dei contributi sarà attribuita priorità ai nuclei familiari non assegnatari di altre forme di sostegno pubblico (ad esempio il Reddito di cittadinanza, Cassa integrazione, ecc). I requisiti di accesso faranno riferimento alla residenza, al possesso di risorse finanziarie inferiori a una certa soglia, nonché al peggioramento delle condizioni reddituali del nucleo famigliare per effetto di variazioni o cessazioni dell’attività lavorativa a causa dell’emergenza sanitaria da Coronavirus.

Per informazioni è possibile contattare il numero 0516843172 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 oppure scrivere a [email protected]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *