Bus navetta un anno dopo

Ha un anno di vita e nonostante la crisi e il terremoto ha retto benissimo sul mercato del turismo della città di Ferrara. Si chiama Get a Ride ed è il servizio bus navetta che collega direttamente la città estense con l’aeroporto di Bologna.

A fornirlo è una nuova forma giuridica di aziende, la rete di imprese. Cinque società ferraresi di autotrasporto che con l’assistenza di Cna hanno creato ‘un gioiello’ per l’offerta turistica estense. Il bilancio di questa attività è stato fatto in Castello mercoledì 28 novembre dall’assessore provinciale al Turismo Davide Bellotti che ha creduto nel progetto promuovendolo, senza metterci un euro.

Un’idea che dopo un anno verrà copiata da Ravenna e Firenze per portare più turisti nelle città d’arte.

Ora però, dice l’imprenditore capofila del progetto imprenditoriale, Pier Giovanni Cornacchini, da anni a Ferrara titolare di un’impresa privata di bus turistici, serve che anche il sistema dell’industria del turismo locale creda in questa idea e la promuova nei pacchetti rivolti all’incoming estero, un po’ come è stato già fatto nelle riviste di alcune compagnie aeree low cost…

Interviste—

L’idea inoltre presto arriverà anche nel Delta. Si tratta di un servizio di autonoleggio realizzato con il consorzio dei taxisti di Cna che prevede la messa a disposizione di un’auto per la visita della nostrana ‘Camargue’ a costo zero per i soci di “Vacanze e Natura”.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=cd0bb210-dbbe-4582-86e8-bcb8d0c51bd0&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Un pensiero su “Bus navetta un anno dopo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *