Buskers a Ferrara: con Hera un festival sempre più green – VIDEO

Il Gruppo Hera, main sponsor del Ferrara Buskers Festival, supporta la festa della musica di strada con tanti servizi extra pensati per rendere l’iniziativa sempre più pulita e la promuove con una serie di eventi, tutti a sfondo “green”, che arricchiranno il già vasto programma della manifestazione.

In primo luogo, garantendo la pulizia e il decoro della città, grazie ai servizi ambientali straordinari che – affiancando le ordinarie iniziative di igiene urbana – daranno modo a tutti di godere di una Ferrara sempre al massimo del suo potenziale: tra questi, punti extra per la raccolta dei rifiuti e passaggi di rifinitura del centro con una particolare aspiratrice in grado di raccogliere anche i rifiuti più minuti.

E poiché il rifiuto migliore è quello conferito nel giusto contenitore, per combattere il fenomeno delle cicche abbandonate, saranno collocati speciali contenitori per i mozziconi di sigaretta richiamati anche da una bandiera segnaletica.

Oltre alla presenza ormai consolidata della Sorgente Urbana, il Gruppo Hera supporterà il Buskers Festival anche proponendo attività e installazioni a tema ambientale. Come il ring dei rifiuti, il cassonetto trasparente e una caccia al tesoro organizzata dagli autisti di Hera.

Infine, quest’anno, nell’ambito del Buskers Festival il Cortile del Castello Estense Castello accoglierà un ospite d’eccezione, il Capodoglio Giovanni! Una scultura lunga circa 13 metri, realizzata nell’ambito di SCART, il progetto artistico del Gruppo Hera che da oltre 20 anni propone una nuova visione dei materiali di scarto grazie alla rielaborazione creativa di molti artisti. Il capodoglio è realizzato con circa 4.000 cartoni di poliaccoppiato, dai quali sono state tagliate circa 5.500 piccole ondine e mira a sottolineare quanto inquinamento e rifiuti plastici stiano minando l’ecosistema marino.

La multiutility, infatti, supporterà il progetto BGreen del Festival, volto a incentivare buone pratiche per la diminuzione degli sprechi e quest’anno dedicato alla salvaguardia dei mari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.