C.A.I. Ferrara: Ferrata sul Brenta ad agosto

Club Alpino Italiano – Sezione di Ferrara

Ferrata delle Bocchette centrali

Domani sera, martedì 31 luglio, presso la sede CAI in Viale Cavour 116, i direttori di gita Claudio Simoni, Daniele Guzzinati e Tiziano Dall’Occo apriranno le iscrizioni per la ferrata alle Bocchette centrali prevista per il 25-26 agosto.

La via delle Bocchette Centrali, tra la Bocca di Brenta e la Bocca degli Armi, fu realizzata nell’arco di vent’anni tra il 1937 e il 1957, nel periodo difficile della seconda guerra mondiale e nacque da un’idea di Giovanni Strobele, che era il segretario della SAT e, Arturo Castelli, gestore del Rifugio Pedrotti.

Non ha nulla a che vedere con le ferrate classiche, che raggiungono le cime delle montagne, perche’ sin dalle sue origini è stata pensata diversamente.
L’idea era quella di realizzare un sentiero che, rimanendo in quota e sfruttando le cenge naturali caratteristiche di queste montagne, collegasse i rifugi del Brenta e permettesse la traversata del magnifico gruppo dolomitico.

Un concetto era ben chiaro sin da allora: il sentiero attrezzato non doveva raggiungere le cime (anche se in alcuni casi ha finito per facilitare l’avvicinamento alle vie che le raggiungono), ma consentire anche agli escursionisti di entrare nello straordinario mondo del verticale che altrimenti sarebbe stato loro precluso.

Per portare materialmente a termine l’impresa furono coinvolti in molti: guide alpine locali, alpinisti, amici e appassionati della montagna. Nella prima fase, che coincise con la realizzazione delle Bocchette Centrali, si distinsero in particolare Bruno Detassis, Rizzieri Costazza, Enrico Giordani (guide alpine) e Celestino Donini (che poi gestirà per decenni il Rifugio Pedrotti).
La partenza in pullman e’ prevista il sabato alle 6 dal piazzale Dante Alighieri e il rientro attorno alle 20 di domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *