Cacciatori di frodo denunciati

pol prov foto 2

Sono stati denunciati per l’uso di tagliole per catturare fauna selvatica, nel Parco del Delta del Po. Si tratta di due mesolani, sorpresi dal personale della Polizia Provinciale e da una guardia volontaria di Legambiente.

Qualche giorno prima, gli agenti della Provincia avevano notato delle tagliole, nascoste tra la vegetazione, micidiali per la fauna selvatica, ma estremamente pericolose anche per le persone. Hanno quindi deciso di individuare chi le aveva posizionate e, nella giornata di ieri, si sono appostati, assieme alla guardia volontaria, mimetizzandosi fra la vegetazione.

Dopo diverse ore, sono arrivate due persone che si sono dirette immediatamente verso una delle tre tagliole che era scattata uccidendo un fagiano.

Uno l’ha raccolto e consegnato all’amico che l’ha nascosto sotto il giaccone, prima di riarmare la tagliola perchè fosse pronta per un’altra cattura.

A quel punto sono intervenuti gli uomini in divisa che hanno denunciato i due e sequestrato le tagliole.

Un plauso per l’intervento, è stato espresso dal Comandante della Polizia Provinciale, Claudio Castagnoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *