Calano furti e rapine ma i sindaci chiedono più sicurezza al tavolo convocato dal prefetto

Dal 2015 al 2017 calano i furti e le rapine nel ferrarese ma la percezione della sicurezza nel territorio non è più quella di alcuni anni fa, e per questo i sindaci chiedono che si faccia qualcosa.

La richiesta degli amministratori del territorio è arrivata questa mattina nel corso del tavolo per l’ordine della sicurezza pubblica che ha convocato il nuovo prefetto, Michele Campanaro e che ha tenuto nella sede della prefettura di Corso Ercole I d’Este, con tutti i sindaci della provincia.

prefetto campanaro
Il neo prefetto Michele Campanaro

Il nuovo prefetto ha voluto illustrare nel dettaglio i contenuti della legge 48 del 2017, quella voluta dal ministro degli Interni Minniti per combattere il degrado e per la sicurezza nelle città.

Sicurezza integrata, un po’ come c’è da tempo a Ferrara, ovvero la collaborazione stretta fra forze dell’ordine di ogni tipo e scambi di informazione, patti per la sicurezza che prevedono una maggiore collaborazione fra la prefettura e gli enti locali, sono stati alcuni dei temi al centro dei contenuti illustrati dal prefetto ai sindaci che con questa nuova normativa, conosciuta come il famoso ‘decreto Minniti’, di fatto dà la possibilità agli stessi sindaci di emettere nuove ordinanze ad hoc per limitare il degrado di un luogo, ad esempio le ordinanze sulle somministrazioni di alcolici per eventi pubblici, o di allontanare soggetti che possono essere pericolosi per l’ordine pubblico.

Andrea Marchi, sindaco di Ostellato

Abbiamo cercato di sottolineare che se i numeri effettivi dei reati nel territorio dicono che furti e rapine sono calati, dall’altro abbiamo a che fare con cittadini la cui percezione della sicurezza ce l’hanno sempre meno ” sottolinea uno dei sindaci che ha partecipato al tavolo, il sindaco di Ostellato, Andrea Marchi.

Fra le novità che verranno intraprese dai Comuni ci sarà anche quella, come prevede il decreto ministeriale, di implementare la presenza di telecamere nei territori del ferrarese.

Secondo un report fornito dall’Arma dei carabinieri, rappresentato dal comandante provinciale, il colonnello Andrea Desideri è emerso che nel Basso Ferrarese è aumentato l’uso di stupefacenti. L’Arma inoltre ha di nuovo posto l’attenzione sulla necessità di limitare l’uso dell’alcol che viene rilevato piuttosto consistente fra giovani e meno giovani.

Un pensiero su “Calano furti e rapine ma i sindaci chiedono più sicurezza al tavolo convocato dal prefetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *