Caldo, continua l’ondata su Ferrara e provincia

24 giugno – I centri urbani e le aree pianeggianti interne dell’Emilia-Romagna sono interessate dalla nuova allerta arancione per temperature estreme in questo fine settimana, benché il fenomeno sia dato in attenuazione da domenica 25 giugno.

caldo recordL’incremento delle temperature, sia nei valori minimi che in quelli massimi, associato ad alti livelli di umidità, può provocare qualche disagio. Il Comune di Cento, in collaborazione con la locale Protezione Civile, ha attivato per sabato 24 e domenica 25 un numero verde informativo: 800 375515.

L’invito dell’Amministrazione comunale è a prestare attenzione alle persone fragili che ci vivono accanto, soprattutto se anziane e se sole, e a seguire le consuete norme di comportamento:

– non uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18, soprattutto gli anziani, i bambini molto piccoli, le persone non autosufficienti o convalescenti

– in casa, proteggersi dal calore del sole con tende o persiane e mantenere il climatizzatore a 25-27 gradi

– bere molta acqua (almeno 2 litri al giorno) a temperatura non eccessivamente bassa. Evitare bevande alcoliche, gassate o zuccherate e caffeina.

– consumare pasti leggeri, preferendo pasta e carboidrati a carne e formaggi fermentati. Evitare di consumare cibi troppo caldi. Mangiare molta frutta e verdura

– indossare abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro all’aperto evitando le fibre sintetiche. Se è con voi una persona in casa malata, fate attenzione che non sia troppo coperta

– usare tende o chiudere le imposte nelle ore più calde; limitare l’uso del forno e dei fornelli, che possono contribuire ad aumentare la temperatura in casa

– evitare il flusso diretto di ventilatori o condizionatori e le correnti d´aria

– non lasciare mai nessuno, neanche per brevi periodi, in macchine parcheggiate al sole.

– fare bagni o docce con acqua tiepida.

È possibile consultare l’allerta e gli scenari di riferimento sulla piattaforma https://allertameteo.regione.e milia-romagna.it.

23 giugno ore 18 – L’eccessiva calura di queste ore sta provocando diversi disagi: non solo siccità, ma anche problemi per le persone più fragili, tra cui gli anziani. Per questi ultimi, sono operativi da alcuni giorni alcuni progetti di assistenza.

caldo uffa che afaSi intensifica l’ondata di calore, soprattutto sulle pianure dell’Emilia-Romagna e sul ferrarese.

La fase di attenzione è attiva almeno fino alla mezzanotte tra sabato e domenica, per poi attenuarsi nelle 48 ore successive all’allerta. In questo momento di crescenti difficoltà, tra cui in primis il problema della siccità, un aspetto che va tenuto in considerazione è quello sociale. L’anello debole, in un contesto di eccessiva calura, è rappresentato dalle persone anziane, spesso sole e con bisogno di assistenza. Per venir loro incontro, anche quest’anno nel Comune di Ferrara è operativo il progetto “Uffa che afa”, iniziativa che mette a disposizione dell’utenza un numero verde gratuito in loro aiuto, mentre gli operatori telefonici di CUP 2000 contattano preventivamente i cittadini già segnalati a rischio. Nato nel 2004, “Uffa che afa” risponde all’800 072 110.

Come specificato da Patrizio Fergnani dell’Ufficio integrazione sociale e sociosanitaria del Comune di Ferrara il servizio offre assistenza e supporto, senza tuttavia sostituirsi al 118 per le emergenze sanitarie. Sono già diversi anche quest’anno i cittadini già monitorati e a confermarcelo telefonicamente è Simone Lodi, referente del numero verde. La campagna informativa per il 2017 partirà ufficialmente nei prossimi giorni, anche se il servizio è già operativo – come tutti gli anni – dal 15 giugno. Il numero verde 800 072 110, tuttavia, è attivo nei 12 mesi e risponde al nome di “Progetto Giuseppina“.

L’utenza è quella di cittadini fragili, cioè anziani con più di 75 anni, non istituzionalizzati, che vivono soli, oppure coppie di anziani in condizioni di disagio (luoghi isolati, rarefazione delle reti familiari e sociali, basso reddito, difficoltà di movimento). I servizi offerti sono quelli di accompagnamento sociale, ginnastica a domicilio, consegna della spesa e dei farmaci a domicilio. Il centralino è operativo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.00 e il sabato dalle 8.30 alle 13.00 ed è valido solo sul territorio del Comune di Ferrara.

caldo record

23 giugno ore 10 – Prosegue l’allerta meteorologica per temperature critiche sulle pianure dell’Emilia-Romagna. La fase di attenzione, già attiva da oggi, 22 giugno, prosegue fino alle 24 di domani e si intensificherà ulteriormente nelle 48 ore successive.

“Condizioni di debole disagio bioclimatico – si legge nel bollettino diramato oggi dall’Arpae regionale – nelle aree di pianura con esclusione della fascia costiera. Nelle aree urbane sono previste condizioni di disagio moderato. Temperature massime previste sui 35-36 gradi con punte fino a 37 gradi”.

(ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *