Calendario dei Carabinieri 2019: anche Ferrara protagonista

C’è anche Ferrara protagonista quest’anno del Calendario dei Carabinieri. La città estense, assieme al Delta del Po (siti Unesco dal 1995) fa da sfondo al volto di un Operatore GIS nel mese di marzo. L’immagine non è casuale, in quanto l’edizione 2019 del Calendario Storico e dell’Agenda Storica dell’Arma dei Carabinieri è stata pensata per la ricorrenza dei 40 anni dell’inserimento del primo sito italiano nel Patrimonio mondiale dell’Umanità e, parallelamente dei 50 anni dalla nascita dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

Il calendario è stato presentato nella mattinata di giovedì 29 novembre presso la Scuola Ufficiali Carabinieri in Roma, alla presenza del Ministro per i Beni e le Attività Culturali Alberto Bonisoli, del Sottosegretario al Ministero della Difesa Angelo Tofalo e del Comandante Generale dell’Arma Giovanni Nistri.

La cerimonia si è tenuta in tutte le città d’Italia, compresa Ferrara, dove preso il Comando di Corso Giovecca, il Col. Andrea Desideri, Comandande Provinciale dei Carabineri, ha illustrato le caratteristiche alla stampa.

Le tavole del Calendario sono state ideate e realizzate sotto la direzione artistica di Silvia Di Paolo e presentano una carrellata dei siti italiani tutelati dall’Unesco.

L’Agenda Storica 2019 è incentrata sul tema “I Carabinieri nella letteratura”, con uno specifico inserto curato dal Prof. Pietro Sisto. Viene proposta una carrellata di romanzi dedicati ai Carabinieri nel corso dei due secoli della loro storia.

Il calendario è nato nel 1928 e dopo l’interruzione post-bellica dal 1945 al 1949 ha ripreso ad essere pubblicato ininterrottamente dal 1950. Da allora tanti temi sono stati trattati, vicini all’Arma ma anche ai cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *