Calvano: “Nel PD l’onestà prima di tutto”

calvano

Se le indagini portate avanti dalla procura di Bologna sulle spese dei gruppi del Consiglio regionale emiliano romagnolo fossero confermate, il partito democratico dovrebbe trarne le conseguenze. Lo afferma il segretario provinciale del PD ferrarese Paolo Calvano.

La vicenda è nota: la procura bolognese ha iscritto nel registro degli indagati i capigruppo dei nove partiti politici presenti in consiglio regionale. Secondo i resoconti di stampa, dalle indagini dei PM e della finanza emergono rimborsi di ogni tipo a spese dei gruppi consigliari: denaro pubblico usato per comperare salami, formaggi, penne (di cui anche una da 500 euro), un asciugacapelli, un divano-letto, ed altro ancora.

“La costituzione dice che le cariche pubbliche vano condotte con dignità questo principio deve valere per tutti coloro che hanno responsabilità politiche, in particolare per chi opera nel Partito Democratico” dice Paolo Calvano.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *