Imprese di Ferrara verso la trasformazione digitale 4.0

camera commercio ferraraSarà una vera e propria alleanza con la Camera di commercio quella che le associazioni di categoria potranno realizzare nei prossimi mesi sul territorio, grazie a un importante protocollo d’intesa volto a permettere a tutte le aziende ferraresi, in particolare quelle piccole e medie, operanti nei diversi settori di attività di avere la stessa opportunità di accesso alla trasformazione digitale 4.0, elemento fondamentale per la crescita economica e l’internazionalizzazione dell’impresa.

Il protocollo prevede la promozione di iniziative dirette alle imprese volte a far crescere la consapevolezza “attiva” degli imprenditori sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici, ma anche sui rischi connessi al suo mancato utilizzo attraverso il ricorso ad un’ampia gamma di strumenti: orientamento e formazione ma anche partecipazione diretta (dal “toccare con mano” le possibili soluzioni a forme di collaborazione attiva in workshop) ed assistenza nella fase di implementazione degli interventi, interazione con i Competence Center e le altre strutture europee, nazionali e regionali. L’accordo metterà, inoltre, a disposizione delle imprese risorse professionali, materiali (locali ed attrezzature) ed immateriali (video, banche dati) nonché test di autovalutazione attraverso i quali ciascuna impresa potrà ottenere non solo una fotografia del suo grado di maturità 4.0 ma anche utili indicazioni delle aree prioritarie sui cui intervenire per elevarlo.

“Il nostro modello di sviluppo – ha sottolineato il presidente della Camera di commercio, Paolo Govoni – è fatto di imprenditorialità diffusa, filiere, reti, territorio. In questo modello, economia digitale e competenze manuali e artigianali non si escludono, ma si integrano tra loro nel segno della qualità. Nonostante i duri colpi della crisi, questo modello sta dimostrando di essere la base su cui si può far crescere una nuova stagione di sviluppo sostenibile, inclusivo e innovativo. Non dobbiamo tradirlo, andando dietro ai miti della specializzazione produttiva o del gigantismo imprenditoriale a tutti i costi. Al contrario, dobbiamo a tutti costi valorizzare il patrimonio inestimabile delle nostre tradizioni e il modo migliore per farle vivere è investire in particolare sui giovani, fin dalla scuola. Il nostro augurio è che questo protocollo segni un passaggio importante su questa strada”.

Camere di commercio, peraltro, richiamate dal Governo nel Documento di economia e finanza 2018 come uno dei soggetti attuatori delle riforme dirette alla modernizzazione del Paese. All’interno delle misure contenute nel Piano nazionale di riforme (sezione III del Def), l’azione delle Camere di commercio viene citata sia nel Piano Impresa 4.0, sia nel capitolo riguardante le semplificazioni, sia all’interno della riforma della disciplina sulla crisi di impresa e insolvenza.

Per maggiori informazioni: ufficio Marketing del territorio della Camera di Commercio (tel. 0532/783813-820; e-mail: [email protected]), che invita le imprese anche a consultare con attenzione il sito www.fe.camcom.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *