Camper e tende alle stelle?

Fondi, iniziative benefiche, solidarietà: l’Emilia Romagna si sta rimboccando le maniche dopo i danni provocati dal terremoto, grazie anche alle numerose raccolte, necessarie per risollevare un tessuto economico fortemente compromesso. Tra tanta beneficienza, tuttavia, non manca il rischio di speculazioni, già denunciate non solo da privati cittadini, ma anche da associazioni di categoria su più fronti.

Un settore particolarmente preso di mira, in questi giorni, è stato quella di camper e tende. Secondo qualche utente, alcune ditte di noleggio avrebbero chiesto fino a 300 euro al giorno a persone ritrovatesi improvvisamente prive di una casa dove poter dormire e soggiornare.

Realtà, o false voci eccessivamente enfatizzate? A tal proposito abbiamo contattato Camperopoli, una delle ditte di noleggio e vendita camper più vicine all’epicentro del sisma (con sede a San Pietro in Casale) che, oltre a garantire l’onestà dei propri prezzi, disponibili on-line sul sito dell’azienda, ritiene fortemente improbabile che anche loro concorrenti possano aver agito con cifre così fuori mercato.

Alcuni prezzi? In questo periodo un noleggio quotidiano si aggira attorno ai 110 euro che possono diventare 300 in caso di tariffa weekend, ovvero con ritiro al giovedì e consegna al lunedì. La titolare socia Paola Borsari, anch’essa colpita come tutti dal sisma, comunica casomai di aver applicato tariffe agevolate in questi giorni, per far fronte ai disagi e alle paure che camper e tende riescono in questo momento ad attenuare.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120606_05.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *