Candidati sindaci a confronto in CNA: quale città per le PMI ferraresi? – VIDEO

Candidati sindaco elezioni comunali ferrara 2019
Candidati sindaco elezioni comunali ferrara 2019

Lunedì sera in sede CNA è stato Riccardo Cavicchi dirigente dell’area Ferrara e Debora Tamascelli portavoce dell’Associazione che a Ferrara riunisce i titolari di PM imprese artigiane e di servizio a chiedere ai candidati alla carica di sindaco di Ferrara di assumersi impegni precisi davanti ai loro iscritti.

Fra questi una capacità di accreditarsi presso le Istituzioni regionali e nazionali, per evitare un nuovo caso Diamanti e Massari, fare sistema con le Istituzioni del territorio e avere un dialogo continuo con i propri rappresentanti eletti in Parlamento e in assemblea regionale.

Fra le richieste avere una visione che vada oltre le mura e un progetto di lungo periodo necessario alle imprese per programmare a loro volta attività e investimenti. Due i giri di domande per entrare nel vivo delle proposte di programma poste in ordine di sorteggio ai candidati con risposte di 4’ l’una.

Al centro i bisogni del tessuto imprenditoriale in fatto di viabilità marketing del territorio, occupazione, tasse tariffa tari, snellimento burocratico, un credito più favorevole e incentivi per le start up giovani e creative e per le imprese femminili, ma anche la giusta attenzione per l’organizzazione del lavoro con una gestione dei tempi di conciliazione casa lavoro e nei confronti dell’alternanza scuola lavoro .

Sui temi i candidati hanno presentato le proposte presenti nei loro programmi, in cui accanto al diverso grado di priorità si osserva un diverso rapporto con il passato. Una continuità volta al miglioramento per Modonesi attuale assessore della giunta Tagliani, e in parte Fusari, pure assessore e Bova, consigliere comunale di maggioranza, una decisa volontà di cambiamento per Alan Fabbri, all’insegna di una forte polemica sulla vicenda Carife lo smantella mento delle province e la carenza delle infrastrutture viarie.

Fra gli otto candidati: Andrea Firrincieli di InnovaFe, Giorgio Massini di Ferrara Livera, Tommaso Mantovani del M5S, Francesco Rendine di GOL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *