CANOA CLUB: laboratorio di scultura all’Oasi di Vigarano

Con Felice Tagliaferri, per festeggiare i 30 anni del primo campionato italiano di Handykayak

Canoa e scultura assieme al Canoa Club Ferrara, nella sede dell’Oasi di Vigarano Pieve, per festeggiare i trent’anni del primo campionato italiano di Handykayak, che si svolse nel 1990 proprio a Ferrara.
È un’esperienza unica quella cui sarà possibile partecipare nei pomeriggi del 7, 9, 11 e 13 maggio (dalle ore 16.30 alle ore 18,30) nella sede estiva del Club. Lo scultore cieco Felice Tagliaferri proporrà infatti alcuni laboratori di Arte Partecipata coinvolgendo la cittadinanza nel completare in loco la sua ultima opera.
L’opera “ULISSE il viaggio della vita” vuole essere un omaggio alla memoria degli organizzatori e atleti che negli ultimi trent’anni hanno avuto un ruolo fondamentale per la crescita dello sport paralimpico e della paracanoa. La scultura sarà inaugurata venerdì 13 maggio alle ore 18.30, dando il via al ricco cartello di iniziative del Memorial, in programma dal giorno successivo.
Felice Tagliaferri è uno scultore cieco che negli anni Novanta ha intrapreso un percorso artistico con la mission di “dare forma ai sogni”. La sua opera più famosa è “Il Cristo Rivelato”, emblema di tenacia e forza di fronte alle difficoltà della vita, già esposto presso il Castello Estense a Ferrara nel 2019 in occasione della rassegna “Tutto un altro sguardo” organizzato dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Sezione di Ferrara.
Nel solco delle proposte artistiche di Tagliaferri, che incessantemente promuove l’arte da fruire senza barriere, anche questa opera è donata al tatto e alla vista, diventando partecipata e condivisa nella sua esecuzione.
Commenta Mauro Borghi, Presidente del Club: “Vogliamo ringraziare, tutti gli amici che hanno donato un’offerta al Canoa Club in memoria di Luca Bertoncelli Presidente del Club venuto a mancare lo scorso agosto, che hanno reso possibile la presenza dell’artista e per aver realizzato per l’Oasi quello che sarà un importante pezzo d’arte. Ringrazio inoltre le amministrazioni comunali di Vigarano Mainarda e Ferrara, l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti sezione di Ferrara e tutti gli sponsor che hanno reso possibile l’organizzazione delle celebrazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.