CANOA CLUB: tante soddisfazioni anche nello slalom sul Passirio

E tre ferraresi conquistano i pass per i Mondiali

Due giorni di gare impegnative per il Canoa Club Ferrara che a Merano sul fiume Passirio ha partecipato alla “62’International Canoe Slalom Competition”. La due giorni di gara era valida anche come seconda selezione per i campionati mondiali junior in programma a luglio e come campionato Italiano Under 23.
Anche questa volta la rappresentativa estense non manca di far centro conquistando podi e qualificazioni. Nella giornata di sabato, valida anche come selezione pro maglia azzurra, ottima prova per Marcello Semenza che sul C1 conquista l’argento nella gara internazionale, ma tagliando il traguardo come primo italiano ottenendo quindi il primo pass. Seconda gara: questa volta sono protagoniste le ragazze che si cimentano sul C1 sbaragliando tutta la concorrenza. Oro per Elena Borghi, argento per Marta Bertoncelli e bronzo per Carolina Massarenti, secondo pass. A seguire nella specialità del K1 femminile ancora  Marta Bertoncelli non delude le aspettative chiudendo la gara al secondo posto tra Svizzera e Germania ma come prima italiana, terzo pass. Nella stessa giornata Carolina Massarenti in gara anche per la categoria Under 23 si laurea vicecampionessa italiana ai Campionati Italiani Undere23 sul C1. Infine nella specialità del C2 misto (specialità introdotta per la prima volta quest’anno) argento per Francesca Malaguti in coppia con Marcello Semenza.
Nella giornata di domenica nuove gare con la formula della categoria unica senza distinzione d’età. Ottime prove per i ferraresi che approdano alla finale: bronzo per Marta Bertoncelli nel K1 e argento pure per Elena Borghi nel C1. Oro invece per l’equipaggio misto composto da Carolina Massarenti con l’eporediese Davide Ghisetti. Emanule Campana in gara sul K1 senior fa registrare un ottimo tempo ma che non gli permette di accedere ai 10 big della finale.
Foto: Da sx Carolina Massarenti, Marta Bertoncelli, Elena Borghi, Francesca Malaguti, Marcello Semenza, Emanuele Campana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *