Carabinieri: 70mila richieste di aiuto

carabinieri

I numeri che caratterizzano l’attività del Comando Provinciale dei Carabinieri, nel corso del 2013, ne testimoniano l’intensità dell’impegno sul territorio per garantire la sicurezza dei cittadini.

Basti pensare che l’Arma ha garantito un servizio di “Pronto intervento che è stato in grado di rispondere alle oltre 70mila chiamate, pervenute nel 2013 al numero di emergenza 112, che si sono tradotte in 9.487 interventi. E proprio nell’ottica di combattere la criminalità, il Comando Provinciale ha attuato un modulo organizzativo che si avvale, nel lavoro di controllo, di servizi preventivi di carattere generale e dell’attività investigativa vera e propria, in stretta collaborazione con i reparti speciali.

Tutto questo ha consentito una diminuzione percentuale dei fenomeni che destano maggiore allarme sociale, come furti e rapine.

Importante poi, il contributo fornito alla lotta contro il mercato dello spaccio con una cinquantina di arresti, 1.705 persone denunciate a piede libero e circa otto chilogrammi di droga sequestrata.

Leggendo ancora i numeri che bene inquadrano l’attività di un anno, sottolineiamo i 570 servizi ed i 1.365 militari impiegati sul fronte dell’ordine pubblico.

Non si può tralasciare neppure il costante controllo della circolazione stradale, con 324 incidenti rilevati, dei quali nove mortali, 322 assistenze agli utenti della strada, 559 le violazioni al codice della strada registrate, 204 automezzi sequestrati e 375 patenti ritirate.

Rispetto a questo quadro complessivo, nel 2013 spiccano sei operazioni: il 15 gennaio, i carabinieri della Compagnia di Portomaggiore, arrestano quattro persone per concorso in traffico di stupefacenti; il 22 dello stesso mese, il Norm della Compagnia carabinieri di Copparo, arresta due pregiudicati per furti in abitazione; il 10 maggio, il Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Ferrara, procede all’arresto di undici elementi per rapine, furti e traffico di droga in concorso; il 19 marzo, il Norm della Compagnia Carabinieri di Ferrara unitamente all’aliquota operativa della Compagnia di Copparo, mette le manette ad un quartetto accusato di furti in appartamento, ancora il 12 settembre, 5 persone accusate di concorso e detenzione di sostanze stupefacenti, vengono fermate dai carabinieri della Compagnia di Comacchio e infine, nel mese di dicembre, il Norm della Compagnia Carabinieri di Copparo, nell’ambito dell’operazione Porta a Porta, arresta 7 pregiudicati con l’accusa di furti in abitazione, truffe ai danni di anziani e ricettazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *