I 204 anni dell’Arma. Ultimo anno molto impegnativo per i carabinieri

carabinieriL’Arma dei carabinieri oggi ha compiuto 204 anni e anche a Ferrara si sono tenute le celebrazioni: un’occasione per fare il bilancio di un anno di attività molto impegnativo per i militari.

Gratitudine nei confronti dei Carabinieri impegnati nella prevenzione e repressione dei reati, sempre cercando di tutelare le fasce più deboli della società ferrarese, in un periodo, tra il 2017 e il 2018, non facile per i militari ma che comunque hanno saputo far fronte ai gravi fatti accaduti nel ferrarese. E’ il messaggio di gratitudine espresso dal colonnello Andrea Desideri, comandante provinciale dei carabinieri, in occasione delle celebrazioni, martedì, del 204° anniversario della fondazione dell’Arma, festeggiato nel Comando Provinciale, nella caserma di via Appuntato Carmine della Sala a Ferrara.

Nel suo secondo anno da comandante Provinciale di Ferrara, Desideri ha fatto il bilancio dell’attività nel 2017, ricordando le importanti indagini che hanno portato i carabinieri fino in Spagna per i reati di omicidio, senza dimenticare il caso di sequestro di persona a Comacchio, le rapine a Ferrara, il caso di tentato omicidio a Mesola e gli episodi di bullismo tra i giovani.

Importante, nell’ultimo anno, anche lo sforzo nella lotta allo spaccio di droga: sequestrate più di due tonnellate tra marijuana, hashish, cocaina ed eroina, e quasi 300 le persone arrestate o denunciate. I carabinieri, ormai, nel territorio estense, intervengono in più di 55 servizi esterni ogni giorno e 9 reati su 10, in provincia, sono perseguiti dai militari mentre più di 7 reati su 10 sempre contestati dai carabinieri sono stati consumati nel Comune di Ferrara.

carabinieriIl comandante Desideri ha poi voluto ringraziare le autorità intervenute e con cui si collabora tutti i giorni, in particolare il Prefetto di Ferrara, Michele Campanaro, il Procuratore della Repubblica, e i colleghi della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza.

ELENCO PREMIATI

1^ motivazione:

Encomi semplici, concessi dal comandante della legione carabinieri “Emilia Romagna”:

al maresciallo maggiore Davide Bruni;
al maresciallo capo Salvatore Casarano;
addetti al nucleo investigativo del reparto operativo di Ferrara.

al maresciallo maggiore Alessandro Farruggia;
al brigadiere capo Nicola Filice;
all’appuntato Antonio Russano;
addetti alla compagnia di Ferrara.

“Dando prova di elevata professionalità, intuito investigativo e lodevole determinazione offrivano determinante contributo ad indagine che consentiva di disarticolare un’associazione criminale dedita alla commissione di furti di apparati bancomat. L’operazione si concludeva con l’arresto di tre persone e la denuncia in stato di libertà di altre sette.”

Territorio nazionale, gennaio-settembre 2015. Ha consegnato gli encomi, il prefetto di Ferrara, dott. michele campanaro.

2^ motivazione

Encomio semplice concesso dal comandante della legione carabinieri “Emilia Romagna”

al luogotenente Gennaro Carrassi;
al luogotenente Diego Del Tufo;
al maresciallo maggiore Lorenzo Mondo;
al maresciallo capo Lucio Fusco;
all’appuntato scelto Massimiliano Riccardi.
addetti alla compagnia di Ferrara.

“Addetti alla compagnia capoluogo di ferrara, dando prova di elevata professionalità e spiccato acume investigativo partecipavano ad articolata e complessa attività investigativa che consentiva di individuare ed assicurare alla giustizia, in tempi particolarmente ristretti, i responsabili di efferato omicidio di un uomo e del grave ferimento della sua compagna.

Ferrara 24 -26 luglio 2016 ha consegnato l’encomio semplice il sindaco del comune di Ferrara, avvocato Tiziano Tagliani.

3^ motivazione

Encomio semplice concesso dal comandante della legione carabinieri “Emilia Romagna”

al luogotenente Domenico Marletta;
al maresciallo maggiore Giovanni Diurno;
al maresciallo maggiore Dario Della Penna;
al brigadiere Massimo Stocco;
all’appuntato scelto Mirco Santini.
addetti alla compagnia carabinieri di Copparo.

“Dando prova di elevata professionalita’, lodevole spirito di sacrificio, alto senso del dovere e non comuni doti investigative fornivano determinante contributo a complessa attivita’ d’indagine finalizzata a disarticolare un sodalizio criminale dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti e alla commissione di furti in abitazione. l’operazione si concludeva con l’arresto di 7 soggetti, la denuncia in stato di liberta’ di ulteriori 7 e il sequestro di oltre 2 kg di droga”.

Provincia di Ferrara e Napoli, novembre 2016 – marzo 2017 ha consegnato l’encomio il sindaco del comune di Tresigallo, dott. Andrea Brancaleoni.

4^ motivazione

Encomio semplice concesso dal comandante della legione carabinieri “Calabria”

al vice brigadiere Salvatore Cipolla;
addetto alla stazione carabinieri di Ostellato.

“Addetto allo squadrone eliportato cacciatori di Calabria, evidenziando elevata professionalità, determinazione, spiccato senso del dovere e non comune intuito investigativo, forniva determinante contributo a prolungata attività di monitoraggio occulto in impervie aree pedemontane, che si concludeva con l’individuazione e la cattura di pericoloso latitante.

Gioia Tauro (Reggio Calabria), 3 febbraio – 22 giugno 2016.” Ha consegnato l’ encomio il sindaco del comune di Ostellato, dott. Andrea Marchi.

5^ motivazione

Encomi semplici concessi dal comandante della legione carabinieri “Emilia Romagna”:

al maresciallo maggiore Davide Bruni;
al maresciallo capo Salvatore Casarano;
al brig. ca. brigadiere capo Prospero Crapulli;
all’appuntato scelto Stefano Boccardo;
all’appuntato scelto Tonino Rossi.
addetti al nucleo investigativo del reparto operativo di Ferrara;

“Addetti al nucleo investigativo di comando provinciale, evidenziando elevata professionalità e lodevole determinazione, offrivano determinante contributo a prolungate indagini che consentivano di disarticolare un’associazione criminale dedita alla commissione di furti di medicinali, alla loro ricettazione e reimmissione sul mercato nazionale ed estero. l’operazione si concludeva con l’arresto di 17 persone, la denuncia in stato di libertà di altre 10 ed il sequestro di medicinali rubati e contraffatti di ingente valore. territorio nazionale, agosto 2015- ottobre 2016.”

Ha consegnato gli encomi, il generale di divisione aerea Antonio Conserva, comandante del comando operazioni aeree in Poggio Renatico (Ferrara) accompagnato dal piccolo Gabriel De Rosa, figlio dell’appuntato santino, prematuramente scomparso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *