Carcere Ferrara “scoppia”: 150 detenuti in più

carcere-alto

Circa 400 detenuti ospitati in un carcere che ne potrebbe contenere al massimo 250. Stiamo parlando del penitenziario di Ferrara che soffre da anni del problema del sovraffollamento. A oggi infatti sono 150 i detenuti in sovrannumero.

Una situazione difficile sotto diversi aspetti che la Garante regionale dei detenuti, Desi Bruno, insieme al Garante del Comune di Ferrara, Marcello Marighelli, hanno voluto visionare da vicino nel fine settimana scorso con un sopralluogo. Il carcere di Ferrara poi, oltre al sovraffollamento, è in sofferenza anche per altre situazioni.

A oggi infatti, continua a non essere agibile lo spazio del laboratorio teatrale, storica esperienza del carcere. Risulta però in programma l’avvio di un confronto con il Comune di Ferrara per la stipula di una convenzione che possa prevedere la possibilità per i detenuti di lavorare all’esterno del carcere, prestando così a titolo volontario e gratuito la loro attività nell’esecuzione di progetti di pubblica utilità.

Questa una delle novità emerse durante la visita dei garanti nel carcere di Ferrara. E la situazione del penitenziario sarà in primo piano anche nel corso dell’iniziativa “Libri galeotti”, organizzato dal professor Andrea Pugiotto, ordinario di Diritto costituzionale dell’Università di Ferrara, una serie di incontri che dureranno fino all’11 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *