Carife: in arrivo provvedimento che fisserà criteri per rimborsi piccoli risparmiatori

01 carife destino segnato

Arriverà entro pochi giorni il provvedimento del governo che fisserà i criteri per i rimborsi ai piccoli risparmiatori che hanno perduto i propri soldi nelle quattro banche ‘salvate’ dal decreto del 22 novembre.

Lo ha promesso il presidente del consiglio Renzi: ieri il governo ha varato un decreto che contiene la riforma del sistema del credito cooperativo, ma non ancora i criteri che l’autorità anti corruzione guidata da Raffaele Cantone dovrà tenere presenti per decidere a chi e in che proporzioni accordare i risarcimenti. La situazione degli istituti di credito si fa più complessa sul versante di Banca Etruria, una delle quattro che, insieme a Carife, sono state coinvolte nel decreto del 22 novembre : i giudici del tribunale fallimentare di Arezzo hanno stabilito che la banca – di cui anche il padre del Ministro Boschi è stato amministratore – è insolvente, e questo potrebbe aprire la strada a una indagine della Procura di Arezzo per bancarotta fraudolenta.

Intanto, si pone il problema di come tutelare i risparmiatori che hanno perduto il proprio denaro. “Il primo punto è sapere quale veicolo legislativo il governo intenda adottare per fissare i criteri per i risarcimenti dei risparmiatori – spiega il deputato ferrarese Alessandro Bratti. “Oggi – prosegue Bratti – i membri ferraresi del parlamento possono intervenire in due direzioni: da un lato cercare di ampliare il più possibile la platea dei risarcimenti; dall’altro capire se la situazione ferrarese ha delle peculiarità su cui fare leva per ottenere condizioni migliori”. Quanto all’ipotesi di una commissione d’inchiesta sulla vicenda banche, spiega Bratti, per ora sembra essersi arenata. Da Massimo Maisto, vicesindaco di Ferrara, viene una sollecitazione: “Il fondo da cento milioni previsto dal governo per risarcire i risparmiatori traditi è troppo esiguo e va rimpinguato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *