Carife: in Comune a Bondeno apre sportello per risparmiatori “credito azzerato”

BondenoIn Comune a Bondeno apre lo sportello per l’assistenza ai risparmiatori Carife “che si sono visti azzerare il credito dal decreto 183, lo sportello è gestito da Lega Consumatori”.

Il ‘punto di ascolto’ – spiega una nota – sarà attivo da martedì 22 dicembre al piano terra di palazzo municipale nei locali Urp, dalle 9,30 alle 12,30. Dopo martedì il servizio tornerà ad essere attivo dal 5 gennaio, negli stessi orari, ogni martedì. Volantini informativi sono in distribuzione. Il ricevimento degli utenti è su appuntamento. Chi volesse può telefonare allo 0425727691 (si tratta di un centralino unico di Lega Consumatori, che gestisce unitamente le sedi di Rovigo e Ferrara). “Dopo aver sollecitato – e ottenuto, precisa la nota – il coinvolgimento di tutti i sindaci per avere chiarezza e invocare passi indietro dal governo su questo scellerato provvedimento, come Comune continuiamo a fare la nostra parte, offrendo aiuto e supporto concreto, d’intesa con la Lega dei Consumatori, che metterà a disposizione dei cittadini personale competente, in grado di dare qualificate risposte ai cittadini.

Ringraziamo l’associazione per la sua collaborazione”, dice il sindaco Fabio Bergamini. “Non ci fermeremo qui – aggiunge – ma continueremo a sollecitare – per i canali istituzionali e politici – ogni azione utile a ottenere i risarcimenti – totali – per i risparmiatori traditi. Diciamo no al fondo-elemosina che ha istituito il governo, no alle discriminazioni: tutti devono ottenere quanto è stato indebitamente sottratto”. “Siamo pronti ad accogliere l’appello del Comune che – ben consapevole del drammatico problema – ci ha chiesto la collaborazione per dare risposte ai risparmiatori traditi dal cosiddetto ‘Salva-Banche’ – dice l’avvocato Enrico Scarazzati, presidente di Lega Consumatori Ferrara -. Nostro personale qualificato ascolterà ogni singolo caso, offrendo la propria collaborazione al fine di trovare i percorsi migliori e più efficaci per far recuperare ai risparmiatori le somme che il decreto ha indebitamente azzerato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.