Carife: interviene Confartigianato

Il presidente di Confartigianato Ferrara, Guido Montanari
Il presidente di Confartigianato Ferrara, Guido Montanari

La collaborazione tra la Confartigianato di Ferrara e la Cassa di risparmio di Ferrara risale addirittura agli anni ’80, quando il settore manifatturiero anche nella nostra Provincia conobbe una vera e propria esplosione.

Secondo Guido Montanari, presidente di Confartigianato, che ha inviato oggi una lettere a aperta alle redazioni, non fu l’espressione di consociativismo o di altri rapporti inconfessabili, ma anzi fu un riconoscimento della vitalità del mondo artigiano, e produsse effetti positivi sull’economia del nostro territorio. Prosegue Montanari: “Anche quando facemmo parte del CdA Carife – cosa che avvenne dal 2010 al 2013 con il direttore di Confartigianato Giuseppe Vancini – lo facemmo mettendo in campo le nostre forze migliori.

“Soffermarsi a valutare gli infausti esiti degli ultimi tempi senza storicizzare gli avvenimenti e le decisioni assunte per giustificarli – scrive Montanari – ci pare parziale, se non addirittura strumentale”. In ogni caso, CONFARTIGIANATO continuerà a sostenere le proprie imprese che hanno subito i danni del decreto salva banche: chiede però che si faccia chiarezza su ciò che è accaduto in Carife: “le soluzioni adottate per risollevarne le sorti, a partire dal commissariamento non sono giustificate nei modi e nei tempi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.