Carife, le mosse dei risparmiatori – VIDEO

carifeAssociazioni dei consumatori alla carica per tutelare i risparmiatori Carife che avevano investito in azioni e obbligazioni subordinate.

Federconsumatori, ieri, ha annunciato di aver nominato un collegio di avvocati guidati dal professor Massimo Cerniglia che di fatto porterà avanti le cause individuali di tutti coloro che in possesso di azioni o obbligazioni vorranno rivalersi contro la decisione del Governo che domenica, dopo un consiglio lampo dei ministri, ha di fatto salvato diverse banche locali, fra le quali la Carife, decidendo di sacrificare il capitale di chi aveva investito in azioni e in obbligazioni.

Ventottomila azionisti Carife, secondo i dati di Federconsumatori, e oltre 50milioni sono il capitale di obbligazioni subordinate che dopo la decisione di domenica, che di fatto ha anticipato le regole della Bce che dovranno entrare in vigore per tutti dal primo di gennaio, si sono dileguati come fumo.

E se si considerano le altre banche salvate, il capitale sfumato di azionisti e i titolari di obbligazioni ammonta a 1 miliardo e 200milioni.

“La prossima settimana terremo l’assemblea con tutti i risparmiatori caduti in questo provvedimento” annuncia il presidente ferrarese di Federconsumatori, Roberto Zapparoli.

Zapparoli punta il dito contro Bankitalia e si chiede come mai l’organo che doveva vigilare sui due aumenti di capitale decisi prima della crisi in Carife poi ha deciso di effettuare questo passaggio dalla nuova alla vecchia banca gettando in fumo il capitale di azionisti e obbligazionisti.

“Sono tanti quelli che si stanno rivolgendo a noi” precisa Zapparoli che spiega che Federconsumatori non procederà per class action.

“Ci appelleremo al fatto che gli investitori sono stati invogliati ad acquistare azioni ma soprattutto obbligazioni senza essere adeguatamente informati” precisa il rappresentante di Federconsumatori che fa sapere inoltre come le azioni e le obbligazioni subordinate non siano finite nella bad bank ma siano state utilizzate per coprire le perdite che la Nuova Carife ereditava dalla vecchia Carife che proprio lunedì scorso ha cambiato anche partita iva, oltre che presidente e amministratore delegato.

E intanto dopo la diretta Rai di questa mattina, i risparmiatori Carife sono finiti nella trasmissione di “Mi manda Rai Tre” anche il Codacons ha deciso di agire con un’apposita azione risarcitoria. Lo annuncia il rappresentante nazionale, Carlo Rienzi.


Un pensiero su “Carife, le mosse dei risparmiatori – VIDEO

  • 27/11/2015 in 3:42
    Permalink

    Al suo interno Bankitalia é un coacervo di benefit, privilegi, pensioni d’oro, carte di credito aziendali con massimali da 6000 euro al mese, nepotismo, intreccio fra Bce e Banche azioniste di Bankitalia, al suo interno concorsi discrezionali anzichè meritocratici, affitti del loro patrimonio immobiliare di appartamenti di lusso a Roma a prezzi calmierati, operazioni opache tententi smaccatamente a favorire gli interessi delle banche referenti, anzichè quelle dei correntisti.
    A mio pare un verminaio.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.