Carife, parte iter domande indennizzi obbligazionisti delle 4 banche. Modulo disponibile dal 22 luglio

index carifeParte l’iter per la presentazione delle domande di indennizzo degli obbligazionisti delle 4 banche (Carife, Etruria, Carichieti, Marche). Il Fondo Interbancario tutela depositi del comparto bancario e che secondo la legge di stabilità fornisce le risorse al fondo di solidarietà, informa infatti come dal prossimo 22 luglio sarà disponibile sul proprio sito il modulo standard per la presentazione dell’istanza.

Per la presentazione dell’istanza, l’investitore deve allegare il contratto di acquisto degli strumenti finanziari subordinati; i moduli di sottoscrizione o d’ordine di acquisto; l’attestazione degli ordini eseguiti; una dichiarazione sulla consistenza del patrimonio mobiliare ovvero sull’ammontare del reddito. Inoltre vanno allegati: la copia di un documento di identità in corso di validità; copia della procura conferita, nel caso in cui l’istanza sia presentata al FITD tramite Studi legali o Associazioni di Consumatori. L’invio dell’istanza potrà avvenire sul sito web o tramite raccomandata.

Possono presentare istanza, secondo le norme, e nel termine massimo di 6 mesi a partire da luglio, gli investitori che hanno acquistato gli strumenti finanziari entro la data del 12 giugno 2014 e che li detenevano alla data della risoluzione delle Banche in liquidazione. L’investitore deve avere: un patrimonio mobiliare di proprietà di valore inferiore a 100.000 euro al 31 dicembre 2015; ammontare del reddito complessivo dell’investitore ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche nell’anno 2014 inferiore a 35.000 euro.

L’indennizzo forfettario è pari all’80% del corrispettivo pagato per l’acquisto degli strumenti finanziari al netto di oneri e spese e la differenza, se positiva, fra il rendimento degli strumenti finanziari subordinati e il rendimento di mercato di un BTP equivalente. Dalla ricezione dell’istanza decorre il termine di 60 giorni previsto dalla legge ai fini della liquidazione dell’indennizzo.

(Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *