Carife: sette anni di “mala gestione”. Ancora tutta da approfondire – VIDEO

04 carife murolo

Sette anni di Carife passati al vaglio dai Commissari: è questo il periodo in cui i Commissari di Bankitalia avrebbero ravvisato i casi di mala gestione da parte degli ex amministratori della Cassa.

Sette anni che hanno il loro punto di partenza in alcune vicende di finanziamento finite male della gestione Santini – Murolo, che, tuttavia , secondo l’azione intentata dai Commissari coinvolgono, seppure in misura ridotta anche l’ultimo CDA, presieduto da Sergio Lenzi, e i due Direttori generali che si sono avvicendati fra fine 2009 e maggio 2013, Grassano e Forin. Sono due i periodi di gestione della Cassa chiamati in causa dalle vicende giudiziarie, di cui l’ultimo atto in ordine di tempo è rappresentato dall’azione civile con cui i commissari di Bankitalia hanno chiesto a trenta ex amministratori un risarcimento di 100 milioni per i danni causati alla banca .

Il primo riguarda l’ultimo triennio Santini Murolo, il secondo gli anni che vanno dal settembre 2009 al giugno 2013 e cioè dalle dimissioni dell’ex dg Murolo all’arrivo dei commissari. Da allora sono passati 26 mesi, quelli dell’Amministrazione straordinaria da parte dei Commissari che si concluderà a fine luglio con un’assemblea dei soci in cui sarà reso noto lo stato patrimoniale attuale di Carife, il valore delle azioni possedute dai soci, mentre il Fondo Interbancario tutela Depositi che si è impegnato a ricapitalizzare per 300 milioni di euro la Banca nominerà i nuovi vertici dell’istituto.

Già questi dati restituiscono un’immagine gravissima delle condizioni in cui versa Carife, che secondo i commissari sarebbero dovute ad una gestione incompetente da parte degli amministratori, tutti professionisti e imprenditori di successo nel loro settore di provenienza, ai quali la giustizia civile, con l’avvallo di Bankitalia, chiederà conto del loro operato al servizio della Banca, storico e più importante , fino a pochi anni fa, istituto di credito della città e della provincia.

Fra i trenta ex amministratori non compare l’ex DG Gennaro Murolo, su cui sono state riversate in questi anni pesanti accuse dall’intero establishment della Cassa. Murolo è stato lasciato fuori, si dice, perché già coinvolto in processi legati alla vicenda Carife. Ma l’ex DG della Cassa, imputato in un processo per truffa ai danni di Carife per il caso Vegagest – Siano, raggiunto al telefono ci informa che il proprio tormentato iter giudiziario, almeno a livello penale, si concluderà a fine settembre con una sentenza di avvenuta prescrizione con cui si chiuderà il processo di appello bis relativo alla sentenza di assoluzione del primo processo d’appello e.chiesto dalla Cassazione per vizio di forma. Oggi l’azione intentata dai Commissari allarga le responsabilità dei danni subiti da Carife a tutti i componenti degli organismi di gestione della Banca anche dopo le dimissioni di Gennaro Murolo, attribuendo a tutti la responsabilità di una gestione non all’altezza di amministratori di un’impresa bancaria.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/04 carife murolo.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/04-carife-murolo_20150711182859.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *