Carife, Ugl difende da sola i dipendenti

Voicer Brandani

“Non voglio fare il primo della classe voglio solo sapere dopo quello che ho visto con altre aziende del territorio come Berco e Basell che cosa succederà ai nostri dipendenti”.

Così il neo-rappresentante dell’Ugl nella banca Carife di Ferrara Enrico Brandani, consigliere comunale di nella città estense da trent’anni ed oggi esponente di Fli, spiega le ragioni della sua richiesta alla direzione di conoscere il nuovo piano industriale che dovrà essere applicato per riorganizzare Carife.

Fuori dal coro degli altri sindacati della banca, Brandani spiega, rappresentando venti nuovi iscritti, il suo ruolo di neo-sindacalista all’interno della banca.

“Voglio dare un contributo costruttivo per i colleghi a partire dal fatto che credo che l’agenda riorganizzativa dell’azienda non possa essere dettata unilateralmente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *