Caro benzina, online benzinai senza marchio

Una maxi-stangata da 430 milioni di euro si abbatterà sugli italiani che si sposteranno in auto per le vacanze di Pasqua. Lo afferma il Codacons, che ha elaborato i dati del rincaro a danno degli automobilisti in giro per l’Italia nei giorni di festa.

Una stangata che Codacons calcola considerando il trend in salita dei listini dei carburanti vista la prassi oramai consolidata dei rincari pre-esodo applicati dalle compagnie petrolifere.

Per l’associazione dei consumatori, gli italiani dovranno mettere in conto rispetto a Pasqua 2011 una maggiore spesa per il pieno che si aggira attorno ai 18 euro.

Ipotizzando gli 8 milioni di autovetture che si sposteranno per strade e autostrade italiane, le gite fuori porta a Pasquetta e i rifornimenti complessivi nei giorni di festa, l’ammontare della stangata di Pasqua arriverà dunque ai già annunciati 430 milioni di euro.

“Una cifra astronomica – afferma il Presidente di Codacons, Carlo Rienzi – che inciderà pesantemente sulle spese di trasporto degli italiani, e che fa presagire effetti negativi sulle vacanze estive degli italiani i quali, se continuerà la folle ascesa dei carburanti, saranno costretti a tagliare i giorni di villeggiatura”.

Codacons inoltre fa di più. Sul sito dell’associazione dei consumatori, www.codacons.it, pubblica, regione per regione, l’elenco aggiornato delle pompe bianche presenti in tutto lo Stivale e che gli automobilisti possono scaricare gratuitamente. Secondo CODACONS infatti grazie ai distributori indipendenti oggi è possibile risparmiare fino a 10 centesimi di euro per ogni litro di carburante.

Codacons inoltre chiede la collaborazione degli automobilisti affinché segnalino di segnalare i distributori più convenienti e quelli che pur non avendo un logo applicano prezzi superiori alla media.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120323_05.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *